Il paradosso italiano: pochi milionari e una disuguaglianza elevata

Tra le prime 10 economie al mondo, prendendo a riferimento la quota di reddito complessivo posseduta dal 20% più povero della popolazione, fanno peggio solo gli Usa

Il paradosso tutto italiano: pochi milionari e una disuguaglianza elevata

Tremilaseicentotrentasette milionari. Per la prima volta si svela il numero esatto dei contribuenti italiani che dichiarano al fisco un reddito complessivo a “sei zeri”. Per farsi un’idea, è come dire che in Italia ci sono sei milionari ogni 100mila residenti (ai fini fiscali). Nove ogni 100mila contribuenti tra quanti hanno presentato la dichiarazione dei redditi delle persone fisiche nel 2020.

Numeri che potrebbero sembrare elevati, ma che in realtà escono ridimensionati dalla comparazione con altri paesi. Ad esempio, negli Usa ci sono 168 super ricchi ogni 100 mila abitanti, 30 in Germania e 15 in Francia.

Il dato che appare paradossale è in realtà un altro. A fronte di relativamente pochi milionari, nel nostro paese la disuguaglianza (osservando ad esempio la situazione del venti per cento più povero) è aumentata sensibilmente nel corso degli 15 anni, come segnala My Data Jungle.

La quota di reddito complessivo posseduta dal 20% più povero della popolazione (fonte: My Data Jungle)
La quota di reddito complessivo posseduta dal 20% più povero della popolazione (fonte: My Data Jungle)

Anche in Germania è rilevabile un sensibile peggioramento della disuguaglianza, a differenza della Francia che evidenzia invece un trend opposto (nel paese transalpino la quota di reddito complessivo posseduta dal venti per cento più povera è salita nel corso degli ultimi anni). Occorre, tuttavia, evidenziare che la prima e la seconda economia dell’Ue, al di là degli andamenti, mostrano valori ben più alti (intorno all’8%) rispetto all’Italia (6%).

Gli Stati Uniti, invece, costituiscono un caso particolare: una quota elevata di milionari è associata a un’altissima disuguaglianza. Tra le prime dieci economie al mondo da lungo tempo gli Usa si posizionano ultimi in classifica: nel paese a stelle e strisce il 20% più povero detiene circa il 5% della ricchezza complessiva. Per scoprire chi c’è in penultima posizione occorre tornare al di qua dell’Atlantico: l’Italia.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

‘The rich-poor divide’, aumenta la disuguaglianza a livello globale

‘The rich-poor divide’, aumenta la disuguaglianza a livello globale

Economia
Il virus della disuguaglianza

Il virus della disuguaglianza

Economia

L’Ue si dà la zappa sui piedi e finisce nel ‘cul de sac’ dei fertilizzanti chimici

Il blocco all’export dei fertilizzanti sancito dalle sanzioni occidentali e consolidato dai provvedimenti moscoviti danneggia l’agricoltura europea e non può che portare al sensibile calo della produzione agricola a livello mondiale. Anche in paesi remoti e molto poveri. E quando l’export ripartirà potrebbe essere dirottato da Putin verso i “paesi non ostili”. [continua ]

Economia

Ray Dalio: “Il denaro facile ha allargato i divari. Prepariamoci a guerre civili e globali”. E “alla fine dell’Impero americano”

Il fondatore del fondo Bridgewater, il più grande hedge fund al mondo, lancia l’allarme: “Debito, inflazione e populismo portano il mondo verso una crisi economica e un grande conflitto di potere tra Stati Uniti e Cina”. [continua ]

Economia

Tra le prime 10 economie al mondo solo 2 non hanno ancora recuperato i livelli di Pil del 2008 (prima della crisi globale scatenata dal fallimento di Lehman Brothers)

Mentre in molti si sono prima esaltati per la forte ripresa (in termini percentuali) delle economie di mezzo mondo dopo la fase acuta del Covid e poi depressi analizzando l’impatto globale dell’invasione russa dell’Ucraina, in pochi ricordano che alcuni paesi non si sono ancora ripresi dalla crisi del 2008. Il che ci fornisce una lezione da non sottovalutare [continua ]

Economia
Le economie più ricche per Pil pro-capite. Sul podio Usa, Germania e Canada

Le economie più ricche al mondo per Pil pro-capite. Sul podio salgono Usa, Germania e Canada

Economia

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com