Black Friday cinese, Alibaba incassa in un solo giorno la cifra record di 31 mld di dollari

Pensato inizialmente da Alibaba per chi non ha una relazione in antitesi al giorno di San Valentino, il Singles Day è divenuto il più grande evento di vendita online del mondo. Anche così la Cina dimostra di poter stimolare i consumi interni

Singles Day, Alibaba incassa in un solo giorno 31 mld di dollari

Nel giorno del Singles Day – la versione cinese del Black Friday Usa - il gigante dell’e-commerce Alibaba ha registrato vendite record per 30,8 miliardi di dollari, segnando +27% rispetto allo scorso anno (anche se in realtà è il più basso aumento rilevato dal 2009). La frenesia negli acquisti è stata così alta da raggiungere il record di 1 mld di dollari di vendite in 85 secondi e già a metà pomeriggio dell’11 novembre era stato superato il record del 2017.

Pensato inizialmente da Alibaba per chi non ha una relazione in antitesi al giorno di San Valentino, il Singles Day – che già nel 2015 aveva battuto le vendite del Black Friday e del Cyber Monday, i due principali giorni di shopping negli Stati Uniti – è oggi divenuto il più grande evento di vendita online del mondo dove acquistare di tutto, dall’abbigliamento all’elettronica ma anche latte in polvere e pannolini: disponibili prodotti di circa 180 mila aziende, incluse le principali società tecnologiche Xaomi, Apple e Dyson. Il tutto condito con un superevento organizzato il giorno precedente con la partecipazione della cantante statunitense Mariah Carey e di una sosia giapponese di Beyoncé, oltre a un'esibizione del Cirque du Soleil.

Questi risultati sono stati interpretati dai media della seconda economia al mondo come una dimostrazione di forza della Cina e della sua capacità di stimolare e mobilitare i consumi interni. A Pechino credono che la guerra commerciale con Washington non farà deragliare l'ascesa della classe media cinese, che si stima raddoppierà a 600 milioni nei prossimi 10-15 anni e alimenterà un incremento a lungo termine della spesa per consumi.

Nonostante ciò, per Alibaba, gli osservatori prevedono uno scenario con ritmi di crescita in rallentamento. I motivi sono tre: i nuovi concorrenti entrati nel mercato e la diminuzione delle vendite dall’inizio della guerra commerciale, ma sopratutto il rallentamento dell’economia cinese. L’appetito dei consumatori cinesi è significativo, ma gli indicatori macroeconomici raccontano di un paese entrato in una fase calante.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com