Francia, Macron lancia un piano industriale da 30 mld. E scommette sul nucleare

Il presidente francese annuncia ingenti investimenti a sostegno della politica industriale: serve un “cambiamento profondo nei modi di produrre l’energia, di fare industria, di spostarsi, di consumare e di alimentarsi”. La prima sfida è quella climatica e ambientale

Macron lancia un piano industriale da 30 mld. E scommette sul nucleare
Small modular reacteurs

Trenta miliardi per il futuro industriale della Francia del 2030. Emmanuel Macron ha presentato un nuovo piano quinquennale di investimenti, dopo le misure di emergenza varate nel marzo 2020 e il piano di rilancio da cento miliardi di euro approvato un anno fa.

“Dobbiamo aumentare la capacità dell’economia francese di crescere attraverso l’innovazione” ha spiegato il capo di Stato illustrando ‘France 2030’ che punta su filiere industriali strategiche.

Un progetto ambizioso basato su 10 sfide (dal cambiamento climatico all’invecchiamento demografico, dalla digitalizzazione e robotizzazione dell’industria al potenziamento del settore sanitario, dalle diseguaglianze socio-economiche a un’alimentazione sana, sostenibile e tracciabile).

In concreto, quattro miliardi sono destinati alla mobilità ‘green’ e sei per la produzione di componenti chiave per affrontare la penuria di chip. Ma la prima grande sfida resta quella climatica e ambientale. Serve – spiega Macron - un “cambiamento profondo nei modi di produrre l’energia, di fare industria, di spostarsi, di consumare e di alimentarsi”, che porti a “produrre meglio e di più”, in risposta ad un triplo deficit: “Un deficit di crescita potenziale, un deficit pubblico e del commercio estero, che si alimenta da decenni”.

Per vincere le sfide, l’inquilino dell’Eliseo ha chiarito che il paese punterà sulla costruzione di reattori nucleari di piccole dimensioni innovanti e sicuri (SMR, small modular reacteurs). Un settore – aggiunge - che impiega 200 mila francesi e fa del Paese “uno di quelli che in Europa emettono meno CO2 per l’elettricità prodotta”. Allo stesso tempo, Macron punta a far diventare il proprio paese il leader dell’idrogeno verde entro il 2030 e a decarbonizzare l’industria.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

quoted business

L’Italia è diventato il paese dei ‘bonus’. Altro che politica industriale...

Tra continue delocalizzazioni e una modesta capacità di attrarre imprese e investimenti dall’estero, il nostro paese è ancora alla ricerca di una politica industriale capace di proporre soluzioni sistemiche. Eppure il tema è dibattuto da molti decenni. Corsi e ricorsi storici. [continua ]

Economia
Economia industriale, gli Stati Uniti temono il sorpasso della Cina
quoted business

Economia industriale, gli Stati Uniti temono il sorpasso della Cina

Economia
Pil: 8,1% nel 2021. E nel 2020 era stata l’unica economia a crescere...

Cina, Pil dell’8,1% nel 2021. E l’anno precedente era stata l’unica economia a crescere…

Economia
quoted business

L’influenza aviaria mette in crisi l’economia del ‘foie gras’

Alle prese con la pandemia di Covid-19, la Francia sta anche fronteggiando un’influenza aviaria altamente patogena di tipo H5N8, che ha già obbligato le autorità ad abbattere oltre 400 mila anatre e a decretarne la morte di altre migliaia nei prossimi giorni. L’eutanasia di massa delle anatre, al centro della pregiata industria del foie gras, eccellenza culinaria francese, è la conseguenza diretta di un’influenza aviaria ormai fuori controllo nel Sud-Ovest del Paese. [continua ]

Life
Roma capitale dell’industria. Milano leader nei servizi

Roma capitale dell’industria. Milano leader nei servizi

Economia
Cina 1° economia al mondo nel 2030. Italia al 13° posto entro 15 anni

La Cina diventerà la 1° economia al mondo nel 2030. L’Italia scenderà al 13° posto entro 15 anni

Economia

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com