La locomotiva d'Europa non sta cadendo in recessione. Pil primo trimestre: +0,4%

Pil 1° trimestre: +0,4%

Come non detto. La prima economia europea non sta per cadere in recessione. Il prodotto interno lordo tedesco è cresciuto dello 0,4% nel primo trimestre del 2019, dopo il -0,2% registrato tra luglio e settembre, e il ristagno osservato nell’ultimo quarto dello scorso anno.

Le aspettative di crescita nel 2019 erano state così ridotte allo 0,5% rispetto all'1% stimato inizialmente, ma il primo trimestre rassicura sul fatto che la locomotiva d’Europa non sta poi così male. Secondo l'Ufficio federale di statistica - Destatis - a trainare la “ripresina” sono stati i consumi privati e il settore edile.

Il ministro dell'Economia tedesco Peter Altmaier ha accolto la notizia con un sospiro di sollievo, suggerendo che si tratta di un "primo raggio di speranza".

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com