La Germania verso la peggiore recessione dal 1945

Il Pil tedesco scenderà del 6,5% nel 2020

Verso la peggiore recessione dalla Seconda Guerra Mondiale

La Germania si avvia ad entrare (nel 2020) nella peggiore recessione dalla fine della seconda guerra mondiale: il Pil scenderà del 6,5%. Ma a una condizione: che non ci sia una seconda ondata.

La produzione industriale è già scesa al livello più basso degli ultimi 20 anni e l’export a maggio ha evidenziato la forte dipendenza della Germania dai mercati europei e extracomunitari. Le esportazioni nel corso di quest’anno crolleranno del 14,5%.

In termini assoluti, la disoccupazione salirà a 2,72 mln di unità (nel 2019 era pari a 2,27 mln).

“Stiamo andando verso una profonda recessione”, ha affermato la consulente economica del governo Veronika Grimm, aggiungendo che per recuperare i livelli pre-Covid bisognerà attendere il 2022. L’anno prossimo, infatti, ci sarà un rimbalzo (+4,5%) ma non tale da riassorbire la perdita accumulata nel 2020.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com