La prima economia europea fatica a ripartire

Il Pil della Germania si è contratto dell’1,8% nei primi tre mesi del 2021 rispetto al trimestre precedente. Scendono i consumi privati ma salgono le importazioni

La prima economia europea fatica a ripartire

Il prodotto interno lordo della Germania si è ridotto più del previsto nel primo trimestre di quest’anno (-1,8%) rispetto agli ultimi tre mesi del 2020. Il calo può essere in gran parte attribuito agli effetti della pandemia e alle misure adottate per arginarne la diffusione.

Rispetto allo stesso periodo del 2020, il Pil della Germania si è ridotto del 3,4%. E rispetto al quarto trimestre del 2019, ovvero prima dell’inizio della crisi del coronavirus, l’economia è diminuita del 5%.

Osservando i dati in dettaglio emerge che il settore economico più colpito è stato quello dei consumi privati, con le famiglie che hanno speso il 5,4% in meno per beni e servizi.

Tuttavia, gli investimenti nell’edilizia sono aumentati dell’1,1%. Anche il commercio internazionale ha ripreso a crescere: le importazioni di beni e servizi hanno segnato un aumento del 3,8%, mentre le esportazioni hanno registrato un incremento dell’1,8%.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com