Giovanni Ferrero nella top ten dei miliardari europei

Chi è il re della Nutella (che scrive romanzi)

Giovanni Ferrero nella top ten dei miliardari europei
Giovanni Ferrero

La ricchezza dei miliardari europei è aumentata fino a toccare i 3 trilioni di dollari. A fare i conti è Forbes, che ha pubblicato la lista dei paperoni del Vecchio Continente sottolineando come i più ricchi del mondo siano rimasti al riparo dai danni finanziari causati dalla pandemia. Anzi il loro numero è aumentato: nell’elenco rientrano 628 miliardari europei, in crescita rispetto ai 511 dell’anno precedente. Nel complesso la categoria è più ricca di 1 trilione di dollari rispetto a un anno fa.

Sul podio al primo posto si posiziona il francese dei beni di lusso Bernard Arnault che a livello globale è terzo. La sua fortuna vale 150 miliardi ed è quasi raddoppiata nel corso del 2020. Segue il magnate spagnolo della moda veloce Amancio Ortega con un patrimonio stimato di 77 mld. Il patron di Zara ha guadagnato ‘solo’ 20 mld nel 2020, ma abbastanza per strappare il secondo posto. Il terzo nella classifica europea è Francoise Bettencourt Meyers, la nipote del fondatore di L’Oreal nonché donna più ricca del pianeta. La sua fortuna vale 73,6 mld.

Nella top ten dei più ricchi d’Europa (al settimo posto con un patrimonio di 35,1 mld) spicca anche un italiano, Giovanni Ferrero, Ceo dell’azienda omonima, colosso dei dolci e della cioccolata. Nato a Farigliano, in provincia di Cuneo, nel 1964, il ‘Re della Nutella’ è il secondogenito di Maria Franca Fissolo e dell’industriale Michele Ferrero. Scomparso il fratello Pietro, nel 2011 assume il ruolo di amministratore delegato unico della Ferrero Spa.

Sotto la guida di Giovanni, il gruppo di famiglia ha continuato la sua corsa verso il successo: la società ha chiuso il 2020 con un fatturato consolidato di 12,3 mld grazie a marchi famosi in tutto il mondo come Nutella, Ferrero Rocher e Kinder. In Italia il nome Ferrero è associato da tempo a un sistema di welfare avanzato che dà molta importanza ai lavoratori. Per fare un esempio, nel 2020 il gruppo ha fissato un premio di produzione da 2.100 euro per i 6 mila dipendenti italiani.

L’imprenditore vanta anche una grande passione per la scrittura, tanto da aver pubblicato alcuni libri con editori importanti. Per Mondadori ha scritto i romanzi ‘Stelle di tenebra’ (1999), ‘Il giardino di Adamo’ (2003) e ‘Il camaleonte’ (2005) e, per Rizzoli, ‘Campo Paradiso’ (2007), ‘Il canto delle farfalle’ (2010) e ‘Il cacciatore di Luce’ (2016).

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Fallimenti di mercato a prezzi di mercato. Il paradosso della spesa sanitaria e del debito pubblico

È accettabile che lo Stato (per il finanziamento della spesa pubblica) dipenda dal mercato? Il finanziamento di un deficit di breve periodo, reso necessario sia da un fallimento di mercato in ambito sanitario sia da una situazione con carattere di eccezionalità, va prezzato ad un tasso di interesse stabilito dalla Banca centrale secondo criteri di ottimalità intertemporale. Far prezzare questo deficit ai mercati significa lasciare gli Stati esposti alle richieste dei privati. [continua ]

Economia
Craxi, gli eredi condannati a pagare 10 mld di lire per le tasse evase

Gli eredi di Craxi condannati: “Ora restituiscano 10 miliardi di lire per le tasse evase”

Economia
S&P migliora le stime di Italia e Spagna

quoted business

S&P migliora le stime di Italia e Spagna

Economia
Economia, in Italia livelli pre-covid nel 2023. In Germania entro il 2021

Economia, in Italia livelli pre-covid nel 2023. In Germania entro il 2021

Economia

La giustizia civile italiana resta la più lenta d’Europa

Secondo l’ultimo rapporto della Commissione europea, la giustizia civile italiana rimane tra le più lente d’Europa: ultimi in terzo grado di giudizio e penultimi sia in primo sia in secondo grado, rispettivamente davanti a Malta e Grecia. L’inefficienza del sistema giudiziario scoraggia gli investimenti, aumenta il costo del credito e riduce il tasso di occupazione. [continua ]

Economia
La produzione industriale scende  dell’11,4% nel 2020. In Germania -8,5%

In Italia la produzione industriale scende dell’11,4% nel 2020. In Germania -8,5%

Economia

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com