Usa, il Pil rallenta (ma meno del previsto). La Fed si prepara

Il dato probabilmente non dissuaderà mercoledì prossimo la Federal Reserve dal tagliare i tassi di interesse per la prima volta in un decennio

Il Pil rallenta (ma meno del previsto). La Fed si prepara

La crescita economica degli Usa è rallentata meno del previsto nel secondo trimestre 2019, in un contesto in cui un aumento della spesa dei consumatori ha parzialmente compensato la riduzione delle esportazioni e un minore accumulo di scorte.

Tuttavia, il dato non dissuaderà probabilmente mercoledì prossimo la Federal Reserve dal tagliare i tassi di interesse. Sarebbe la prima volta in un decennio. La Banca centrale vede con preoccupazione i rischi crescenti, specialmente a causa della guerra commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina.

In termini relativi, il Pil è aumentato a un tasso annualizzato del 2,1% nel secondo trimestre. Intanto l'inflazione, che si è attestata tra aprile e giugno all'1,8%, si avvicina al target (2%) indicato dalla Fed.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com