Madrid, il Parlamento boccia la fiducia a Sanchez

Giovedì 25 luglio nuovo voto: basterà la maggioranza semplice. L'ago della bilancia è Podemos

Madrid, il Parlamento boccia la fiducia a Sanchez

Pedro Sanchez ha perso il primo voto di fiducia per formare un governo in Spagna. Il leader socialista ha incassato 170 voti contrari e 124 a favore. Al leader socialista servivano almeno 176 voti, su 350 totali, per essere confermato come primo ministro già da martedì, con la regola della maggioranza assoluta.

Sanchez ha ottenuto solamente l'appoggio dei socialisti e del Partito regionalista di Cantabria. Ora la Spagna attende il nuovo voto di giovedì: a differenza di oggi, a Sanchez basterà la maggioranza semplice del Parlamento per essere incaricato premier.

L'ago della bilancia è Podemos. Dopo giorni di tensione i due schieramenti non hanno messo da parte la volontà di portare avanti le negoziazioni per cercare un'intesa.

Fonte

Indicatori

L'andamento del rapporto debito/Pil in Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna

Osservando l’andamento del rapporto debito/pil nei cinque paesi selezionati emergono tre aspetti nodali 1) la tendenza a convergere da parte di Francia, Regno Unito e Spagna negli ultimi anni 2) la dimensione del debito italiano 3) la netta inversione di marcia della Germania dopo il 2012

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com