Istat, il tasso di disoccupazione sale al 10,6%. E resta il gap con la media europea

Il tasso di disoccupazione a ottobre sale ancora toccando il 10,6% con una crescita di 0,2 punti su settembre, a seguito di un arrotondamento, e un calo di 0,5 punti su ottobre 2017. Il rialzo non è un buon segnale e, al contempo, resta il gap con la media europea. Il tasso di coloro che sono alla ricerca di un'occupazione è stato nell'Eurozona dell'8,1% a settembre, stabile rispetto ad agosto 2018 e in calo dall'8,9% di settembre 2017. Si tratta del livello più basso registrato dal novembre 2008.

Nell’Ue la riduzione della disoccupazione, rispetto all’anno precedente, è stata ancora più evidente: 6,7% (come ad agosto) dal 7,5% nel 2017. Il dato si configura come quello più modesto registrato dall'inizio della serie con i dati mensili nel gennaio 2000.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com