Ad aprile -274.000 occupati. E in due mesi -400.000

Istat: crollano gli occupati in Italia. Scende anche la disoccupazione per effetto del boom degli inattivi

Ad aprile -274.000 occupati. E in due mesi -400.000

Ad aprile 2020 si contano 274 mila occupati in meno rispetto a marzo. Lo rileva l’Istat. L’effetto dell’emergenza Covid-19 sul mercato del lavoro – spiega l’Istituto - “appare decisamente più marcato rispetto a marzo”.

L’occupazione ha registrato una diminuzione di quasi 300 mila unità, che ha portato nei due mesi a un calo complessivo di 400 mila occupati e di un punto percentuale nel tasso di occupazione.

Gli inattivi, coloro che né hanno né cercano un lavoro, ad aprile salgono di 746 mila unità, mentre il tasso di disoccupazione scende al 6,3% dall’8% registrato a marzo. Si tratta del minimo dal novembre del 2007 ed è dovuto al boom degli inattivi.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com