Il sogno portoghese per i pensionati stranieri svanisce (in parte)

Il governo del Portogallo pensa di introdurre un’imposta del 10% sui pensionati stranieri. Ora è pari a 0 per dieci anni

Il sogno per i pensionati stranieri svanisce (in parte)
Lisbona

In Portogallo il partito socialista al governo vuole tassare fino al 10% i pensionati stranieri che si stabiliranno nel paese da quest’anno. La proposta è contenuta in un emendamento alla finanziaria del 2020.

La misura - ha precisato il portavoce dell'esecutivo - si applicherà solo ai nuovi arrivati e non riguarda dunque retroattivamente chi sta già usufruendo di queste agevolazioni.

Al culmine della crisi finanziaria nel 2009, Lisbona aveva esentato gli europei dal pagamento delle tasse per 10 anni a condizione che vivessero in Portogallo almeno per sei mesi l’anno.

Il programma ha avuto enorme successo e almeno 27 mila stranieri hanno fatto i bagagli riorganizzandosi una seconda vita in Portogallo, potendo contare anche su un costo della vita ‘competitivo’ rispetto ai principali paesi europei.

Ora i tempi sono un po’ cambiati e l’economia si è in parte ripresa.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com