Il 35% della popolazione tedesca sarà costituita da migranti

Per Berlino non è una brutta notizia: la prima economia europea, se non vuole arretrare, avrà bisogno di 400 mila migranti l’anno fino al 2060

Il 35% della popolazione tedesca sarà costituita da migranti entro il 2024

Entro il 2040, circa il 35% della popolazione tedesca sarà costituita da migranti. Attualmente, il rapporto è pari a circa un 1/4. E nelle grandi città, come ad esempio Francoforte, la proporzione potrebbe salire al 65-70%.

A Berlino la notizia non è vissuta come un problema. La prima economia europea, se non vuole arretrare, avrà bisogno di 400 mila migranti l’anno fino al 2060.

Tuttavia, la sfida per la Germania è riuscire ad attrarre i migranti qualificati nel paese. Anche quelli altamente formati, considerando che il bacino offerto dai paesi dell’Europa meridionale e orientale si è ormai esaurito.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com