Nonostante la Brexit, aumentano gli europei che lavorano nel Regno Unito

Nonostante la Brexit, aumentano gli europei che lavorano nel Regno Unito

Il Regno Unito sta attraversando una delle fasi politicamente più complesse della propria storia. Eppure, la Brexit non sembra aver spaventato gli europei che hanno deciso di attraversare la Manica per tuffarsi nel mercato del lavoro britannico. Gli ultimi dati ufficiali aggiornati dell'Office for National Statistics indicano in 2,38 milioni, nel primo trimestre del 2019, il totale di cittadini europei non britannici occupati nel Regno Unito.

Si tratta di un record assoluto, con un ulteriore incremento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Anche il numero complessivo stimato dei comunitari residenti nel Regno - oltre 3 milioni, inclusi studenti e persone che non lavorano stabilmente - non appare nel complesso in diminuzione.

Risulta in aumento (di 80 mila unità) anche il contingente di lavoratori stranieri extracomunitari presenti sull'isola, pari attualmente a 1,32 milioni di persone.

Articoli correlati

Bbc

La produttività ristagna e i lavoratori britannici perdono 5 mila sterline l'anno

Il deludente andamento della produttività nel Regno Unito sta “costando” ai lavoratori del settore privato una media di 5 mila sterline l'anno in termini di minori guadagni. La stima è dell’Office for National Statistics. La quantità prodotta per ora di lavoro ha rallentato da quando la crisi finanziaria si è tradotta in una crescita stagnante dei salari. E il primo trimestre 2019 è stato il terzo consecutivo di crescita negativa rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. [continua ]

Jobs & Skills
La disoccupazione scende al livello più basso dagli anni '70

Bbc

Regno Unito, la disoccupazione scende al livello più basso dagli anni '70

Jobs & Skills

quoted business

Johnson fa il duro: “Fuori dall’Ue il 31/10”. Il neopremier rischia di bruciarsi come Cameron e May?

"Il Regno Unito lascerà l'Ue il 31 ottobre". Sembra questa l’idea fissa del neopremier britannico Boris Johnson. In realtà Londra punta a un nuovo accordo senza il backstop (il meccanismo per il quale l’Irlanda del Nord rimarrebbe nel mercato comune europeo e nell’unione doganale senza quindi ripristinare i temuti controlli alla frontiera con la Repubblica di Irlanda). Una condizione ritenuta inaccettabile da Bruxelles. [continua ]

Strategie & Regole
Londra deve restituire l’isola Diego Garcia a Mauritius

Decolonizzazione, Londra deve restituire l’isola Diego Garcia a Mauritius

Global
Il neo premier Johnson: "Via dall'Ue il 31 ottobre senza se e senza ma"

quoted business

Il neo premier Johnson: "Via dall'Ue il 31 ottobre senza se e senza ma". Ma ha solo 99 giorni

Strategie & Regole
Boris Johnson è il nuovo premier britannico

Boris Johnson è il nuovo premier del Regno Unito

Strategie & Regole

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com