Nonostante la Brexit, aumentano gli europei che lavorano nel Regno Unito

Nonostante la Brexit, aumentano gli europei che lavorano nel Regno Unito

Il Regno Unito sta attraversando una delle fasi politicamente più complesse della propria storia. Eppure, la Brexit non sembra aver spaventato gli europei che hanno deciso di attraversare la Manica per tuffarsi nel mercato del lavoro britannico. Gli ultimi dati ufficiali aggiornati dell'Office for National Statistics indicano in 2,38 milioni, nel primo trimestre del 2019, il totale di cittadini europei non britannici occupati nel Regno Unito.

Si tratta di un record assoluto, con un ulteriore incremento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Anche il numero complessivo stimato dei comunitari residenti nel Regno - oltre 3 milioni, inclusi studenti e persone che non lavorano stabilmente - non appare nel complesso in diminuzione.

Risulta in aumento (di 80 mila unità) anche il contingente di lavoratori stranieri extracomunitari presenti sull'isola, pari attualmente a 1,32 milioni di persone.

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com