Giappone, tasso di disoccupazione al minimo da 26 anni: 2,2%

La performance è tuttavia "viziata" dal rapido invecchiamento demografico della società nipponica

Tasso di disoccupazione al minimo da 26 anni: 2,2%

Il tasso di disoccupazione del Giappone ha toccato il minimo da 26 anni a luglio, quando ha fatto registrare il 2,2%. E mentre per gli uomini continua a scendere, quello femminile ha subito invece un lieve rialzo.

C'è un fattore più di altri che spiega una performance così elevata. È la grave carenza di manodopera disponibile sul mercato del lavoro associata al rapido invecchiamento demografico.

Il fatto di non riuscire a reperire forza lavoro ripropone, ancora una volta, in Giappone il tema dell’apertura agli immigrati. Fatto certamente non scontato per la terza economia al mondo.

Fonte

Articoli correlati

La terza economia al mondo verso disoccupazione zero

Il Giappone verso disoccupazione zero

Jobs & Skills
La settimana lavorativa passa da 5 a 4 giorni e la produttività vola: +40%

Bbc

La settimana lavorativa passa da 5 a 4 giorni e la produttività vola: +40%

Jobs & Skills

In Giappone si muore ancora di superlavoro

Un rapporto governativo in Giappone esorta le aziende ad adottare misure urgenti per prevenire le morti da sovraccarico di lavoro. Il fenomeno, cosiddetto karoshi, è ancora rilevante nella terza economia al mondo. Lo studio ha certificato 158 morti per malattie o suicidi legati a casi di superlavoro nel 2018 e, sebbene il dato sia ai minimi in 10 anni, rimane un numero ancora elevato. [continua ]

Jobs & Skills

Germania: verso la recessione, ma la disoccupazione scende al 4,9%. Per ora

Nella prima economia europea, afflitta da una crescita economica anemica, la disoccupazione continua a scendere e a settembre ha fatto registrare il 4,9% (pari a 2,23 milioni di tedeschi). È il miglior settembre dalla riunificazione della Germania nel 1990. Ma non è tutto oro ciò che luccica. Il tasso di disoccupazione normalmente a settembre (di ogni anno) scende, poiché più persone vengono assunte dopo la stagione estiva. [continua ]

Jobs & Skills

Si riduce la disoccupazione ma scendono anche le ore lavorate

Nel secondo trimestre dell'anno, l'Istat traccia - nei confronti del primo periodo del 2019 - una riduzione degli inattivi, cioè coloro che non hanno lavoro né lo cercano, con il tasso dei senza lavoro che scende al 9,9% e un leggero aumento dell'occupazione (+0,6%). Significa 130 mila occupati in più: salgono i dipendenti, sia a termine che permanenti, e in misura minore anche gli indipendenti. [continua ]

Jobs & Skills
L'economia rallenta ma la disoccupazione è al minimo storico: 6,3%

Ue, l’economia frena ma la disoccupazione è al minimo storico: 6,3%

Ue
Jobs & Skills

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com