Pechino aumenta le riserve in oro

Pechino aumenta le riserve in oro

In soli tre mesi, da dicembre a febbraio, ha acquistato 32 tonnellate di oro. Così, dopo due anni in cui le riserve auree non sono state ne aumentate ne diminuite, arriva la svolta della Banca centrale cinese (PBoC), che ha incrementato le sue riserve in oro portandole a 1874 tonnellate. La scelta di Pechino è un ulteriore segnale di allontanamento dal dollaro statunitense. E non è una scelta isolata quella cinese.

La maggior parte delle banche centrali a livello mondiale sono tornate a rifugiarsi nell’oro: nel 2018 hanno complessivamente acquistato 651,5 tonnellate.

La mossa della seconda economia al mondo giunge in una fase difficile dei negoziati tra Usa e Cina. Gli Stati Uniti hanno posticipato l'aumento dei dazi – che doveva scattare il primo marzo scorso - dal 10% al 25% su 200 milioni di dollari di importazioni Usa in prodotti cinesi. Pechino, a propria volta, si è impegnata ad acquistare più prodotti statunitensi.

Fonte

Articoli correlati

Accordo con gli Stati Uniti: dazi in “stand-by”

quoted business

Cina e Stati Uniti mettono in "stand-by" i dazi. Xi Jinping ha accettato di aumentare l'import dagli Usa

Global

Vendite di auto a febbraio: -79%. E la Cina torna a ‘respirare’

La vendita di veicoli in Cina ha avuto a febbraio un crollo del 79%, attestandosi a 310.000 unità, registrando il più grande tonfo mensile del settore a causa delle esternalità negative indotte dalla diffusione del Covid-19. L’Associazione cinese dei produttori (Caam) ha stimato che la produzione di auto sarà duramente colpita dalla pandemia, ipotizzando un calo delle vendite di oltre il 10% nella prima metà del 2020 e di circa il 5% a fine anno. [continua ]

Mobilità
Coronavirus, le emissioni inquinanti sono scese di 100 mln di tonnellate

Coronavirus, l’economia globale soffre. Ma le emissioni inquinanti in Cina sono scese di 100 mln di t

Planet
Frase del giorno - Parole

quoted business

Uno dei più grandi pericoli è che ogni Paese Ue abbia un differente atteggiamento con la Cina, e che dall’Europa giungano segnali eterogenei.

Global

Lo yuan sostituirà il dollaro come valuta globale?

La guerra commerciale con gli Stati Uniti potrebbe favorire la Cina. E, in particolare, la sua moneta nazionale: lo yuan. Secondo il governatore della Banca Centrale Cinese (PBOC), Pan Gongsheng, la valuta nazionale potrebbe (nel tempo) sostituire il dollaro Usa come valuta globale. Dopo il picco del 2,79% raggiunto nel 2015, quando l'Fmi decise di includere lo yuan nel suo paniere di valute di riserva, attualmente meno del 2% delle transazioni globali avviene in yuan. [continua ]

Moneta & Mercati

quoted business

La Cina approva la legge sulla sicurezza nazionale. Stretta sulle libertà di Hong Kong

La legge sulla sicurezza nazionale per Hong Kong è stata approvata. I 162 membri del comitato permanente dell’Assemblea nazionale del popolo di Pechino hanno dato il via libera alla contestata norma. La legge punisce gli atti di sovversione, secessione, terrorismo e collusione con le forze straniere compiuti nell’ex colonia britannica. Secondo Pechino si tratta di un passo necessario per riportare l’ordine in città, dopo le proteste che l’hanno infiammata per mesi. [continua ]

Global

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com