Cosa accadrebbe in caso di incidente alla centrale nucleare francese di Tricastin?

Lo scenario prevede che ci sarebbero gravi conseguenze anche in Italia

Cosa accadrebbe in caso di incidente alla centrale nucleare di Tricastin?

Cosa succederebbe in caso di incidente nucleare rilevante a una delle centrali nucleari di cui il governo francese vuole estendere l’utilizzo oltre i 40 anni? Greenpeace ha effettuato una simulazione di un incidente grave – con fusione del nocciolo come a Cernobyl o a Fukushima – in uno dei quattro reattori da 915 MWe della centrale nucleare di Tricastin, mostrando che le conseguenze coinvolgerebbero anche l’Italia.

Lo studio ha preso in considerazione circa mille situazioni meteo che si sono effettivamente verificate in passato. Nella simulazione è stata impiegata la situazione meteo del 23 febbraio 2020, mostrando come in caso di incidente la nube radioattiva investirebbe anche l’Italia e, in particolare l’area di Milano e della pianura padana. Nel giro di poche ore, una popolazione di 13 milioni di persone riceverebbe una dose superiore ai limiti previsti dalle norme internazionali per la popolazione (1 mSv). Ben 590 mila persone riceverebbero una dose superiore a 20 mSv indicata come limite per i lavoratori e 137 mila persone avrebbero una dose superiore a 100 mSv. Le persone da evacuare oscillerebbero tra 79 mila e 300 mila.

La centrale di Tricastin, di cui il governo francese vuole estendere la licenza di utilizzo per 10 anni oltre ai 40 anni previsti, è in zona sismica e l’ultimo terremoto si è verificato l’11 novembre 2019. A seguito dell’evento sismico, l’IRSN (Istituto di radioprotezione francese) ha dichiarato che le argomentazioni di Edf, società proprietaria dell’impianto, non permettono di escludere che un terremoto possa avere un impatto sulla centrale.

Il governo Conte aveva peraltro inviato tramite il ministro dell’Ambiente una lettera al governo francese per sollecitare l’applicazione delle Convenzioni europee di Espoo e Aarhus che, in caso di rinnovo delle licenze a centrali nucleari oltre l’età prevista da progetto, richiedono una procedura di valutazione d’impatto ambientale, coinvolgendo i Paesi confinanti come l’Italia.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Nord Stream 2, accordo Usa-Germania sul gasdotto. L’ira di Kiev e Varsavia

Nord Stream 2, accordo Usa-Germania sul gasdotto. L’ira di Kiev (e Varsavia)

Energie & Risorse
La disponibilità idrica scende, ma i terreni agricoli hanno sempre più sete

quoted business

La disponibilità idrica diminuisce, ma i terreni agricoli hanno sempre più sete

Energie & Risorse
Rincari carburanti, stangata da 190 euro a famiglia

Rincari carburanti, stangata da 190 euro a famiglia

Energie & Risorse

Per la prima volta in Europa le rinnovabili superano i combustibili fossili. Ma…

Nella prima metà del 2020 le energie rinnovabili hanno generato il 40% dell’elettricità dell’UE27, sorpassando per la prima volta i combustibili fossili che si fermano al 34%. Lo rileva un nuovo rapporto del think tank sul clima Ember. Il settore eolico e quello solare hanno visto quest’anno quote di mercato senza precedenti, generando il 21% dell’elettricità totale europea e raggiungendo livelli ancora più elevati in Danimarca (64%), Irlanda (49%) e Germania (42%). [continua ]

Energie & Risorse
La proposta francese per riformare l’imposta sull’eredità

La proposta francese per riformare l’imposta sull’eredità

Finanza pubblica

Fallimenti di mercato a prezzi di mercato. Il paradosso della spesa sanitaria e del debito pubblico

È accettabile che lo Stato (per il finanziamento della spesa pubblica) dipenda dal mercato? Il finanziamento di un deficit di breve periodo, reso necessario sia da un fallimento di mercato in ambito sanitario sia da una situazione con carattere di eccezionalità, va prezzato ad un tasso di interesse stabilito dalla Banca centrale secondo criteri di ottimalità intertemporale. Far prezzare questo deficit ai mercati significa lasciare gli Stati esposti alle richieste dei privati. [continua ]

Economia

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com