Spagna, Italia, Francia e Germania: “Adottiamo un sistema fiscale internazionale contro l'evasione”

L’Italia eredita quest’anno dall’Arabia Saudita la presidenza del G20. Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri ha annunciato l’ambizioso progetto di un sistema fiscale internazionale

Spagna, Italia, Francia e Germania: “Serve un sistema fiscale globale”

“La creazione di un nuovo sistema fiscale internazionale adeguato al ventunesimo secolo è la sfida chiave del nostro tempo”. È quanto scrivono i ministri dell’Economia di Italia, Spagna, Francia e Germania in una lettera, pubblicata sul Corriere della Sera, in occasione del G20 in programma a Riad.

“È nostra responsabilità comune raggiungere un accordo globale su questo tema entro la fine dell’anno - scrivono Roberto Gualtieri, Nadia Calviño, Bruno Le Maire e Olaf Scholz -. Adesso abbiamo un’opportunità unica per una revisione delle regole che renda il sistema fiscale globale più equo ed efficace”.

L’idea che si fa sempre più strada nel G20 è quella di sfruttare le attuali possibilità offerte dalla digitalizzazione, per connettere tra loro le banche dati di tutti gli Stati, così che possano essere incrociate anche a livello internazionale.

I ministri nella lettera parlano dei colossi tecnologici statunitensi, europei e cinesi (accusati di spostare gli utili maturati in un Paese in un altro dove la tassazione è più favorevole). Ma è evidente che si rivolgano in particolare a quelli Usa e cinesi, dal momento che in Europa non esiste alcun colosso tecnologico paragonabile a Google, Amazon o Alibaba.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com