136 paesi dicono sì alla tassazione minima globale al 15%

Entrerà in vigore nel 2023 e, secondo le previsioni dell’organizzazione, dovrebbe redistribuire ai paesi di tutto il mondo oltre 125 miliardi di dollari. Kenya, Nigeria, Pakistan e Sri Lanka non hanno aderito all’accordo

136 paesi dicono sì alla tassazione minima globale al 15%

L’Ocse ha annunciato l’accordo sulla tassazione minima delle multinazionali. All’intesa hanno aderito 136 paesi e giurisdizioni che rappresentano oltre il 90% del pil mondiale.

Anche Irlanda e Ungheria, inizialmente contrarie, sono rientrate nell’accordo, dopo alcune modifiche (sostanziali) al testo originale. Tra queste, è stato deciso che l’aliquota al 15% non sarà aumentata in un momento successivo e che le piccole imprese non saranno colpite dalla nuova aliquota. Kenya, Nigeria, Pakistan e Sri Lanka non hanno aderito all’accordo.

La minimum tax del 15% entrerà in vigore nel 2023 e dovrebbe garantire la redistribuzione ai paesi di tutto il mondo di oltre 125 miliardi di dollari, provenienti da circa 100 tra le più grandi multinazionali del mondo. L’obiettivo – spiega l’Ocse - è far sì che queste società paghino la loro giusta quota di tasse indipendentemente dai paesi (e dalle giurisdizioni) in cui operano e realizzano un profitto.

In allegato la lista dei paesi aderenti.


Lista dei paesi aderenti alla Minimum Tax
Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

I robot saranno tassati?

La transizione digitale dovrebbe essere gestita, e tassata, insieme ad altre transizioni sociali, ma qualsiasi imposta sulle imprese che sostituiscono i dipendenti con sistemi automatizzati – avverte il think tank Bruegel – dovrebbe essere mirata e attentamente progettata per non soffocare l'innovazione. [continua ]

Finanza pubblica
quoted business

La global tax sulle imprese è una misura gattopardesca. Ecco perché

La decisione di introdurre una tassa minima globale pare al 15%, annunciata dall’Ocse e sostenuta da 136 paesi, sembra prefigurare un cambiamento solo formale, in modo che (quasi) nulla cambi davvero. Fino al paradosso che l’adozione di una tale percentuale minima a livello globale rischia, avverte Joseph Stiglitz, che in realtà diventi quella massima. [continua ]

Finanza pubblica
Nei ‘Pandora Papers’ anche società offshore di Mancini e Vialli

Nei ‘Pandora Papers’ anche società offshore di Mancini e Vialli

Finanza pubblica

‘Pandora Papers’, ecco i tesori nei paradisi fiscali di 35 capi di Stato e di governo. E migliaia di vip

Dodici milioni di documenti riservati smascherano le società offshore di politici europei e sudamericani, dittatori africani, ministri asiatici, sceicchi arabi, oligarchi russi, stelle dello sport e spettacolo, generali e big degli affari. L’inchiesta, coordinata dall’International Consortium of Investigative Journalists (che comprende 600 giornalisti e 150 testate) e svelata in Italia da L’Espresso, include i nomi di oltre 29 mila beneficiari. [continua ]

Finanza pubblica
I nomi eccellenti coinvolti nel ‘mondo di mezzo’ della finanza globale

I nomi eccellenti coinvolti nel ‘mondo di mezzo’ della finanza internazionale

Finanza pubblica
Ecco quanti utili spostano nei paradisi fiscali le banche europee

Ecco quanti utili spostano nei paradisi fiscali le banche europee

Finanza pubblica

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com