200 miliardi di locuste stanno invadendo il Corno d’Africa

Un’invasione di cavallette sta danneggiando le coltivazioni soprattutto in Kenya e Somalia. Fao: “A rischio 20 mln di persone”. Un piccolo sciame è in grado di consumare la stessa quantità di cibo di 35 mila persone in un solo giorno. Si nutrono di mais e sorgo, la dieta base della maggior parte della popolazione rurale in Africa

200 mld di locuste stanno invadendo il continente

Sciami di cavallette del deserto stanno invadendo il Corno d’Africa distruggendo raccolti e mettendo a repentaglio la sicurezza alimentare di quasi 20 milioni di persone.

Una migrazione di proporzioni bibliche, secondo la Fao, circa 200 miliardi di esemplari, iniziata in Yemen e proliferata in tutta l’Africa orientale. “Si è trasformata in una crisi di livello internazionale che minaccia la sicurezza alimentare dell’intera regione – ha detto Qu Dongyu, direttore generale della Fao - abbiamo attivato meccanismi d’emergenza che ci permetteranno di supportare i governi per risolvere la crisi.

Il Kenya è il Paese più colpito dopo la Somalia - che ha dichiarato l’emergenza nazionale - ed Etiopia.

Neanche il massiccio spargimento di pesticidi è riuscito a fermare l’avanzata delle cavallette che possono percorrere fino a 150 chilometri al giorno.

L’Onu si è appellata alla comunità internazionale chiedendo un finanziamento urgente di 70 milioni di dollari. Al momento solo 10 milioni di dollari sono stati già donati.

La Fao, in un comunicato di emergenza, ha detto che il Kenya sta affrontando la più grave invasione di cavallette degli ultimi 70 anni e che sono stati già infestati 2.400 chilometri quadrati di terra, un’area grande quanto l’intera città di Mosca.

Nel 2019 l’intera regione era stata colpita, prima da un’ondata di siccità e poi da inondazioni eccezionali nel periodo delle piogge, fenomeni atmosferici violenti che hanno favorito la proliferazione delle larve. Il surriscaldamento globale e la conseguente migrazione degli uccelli che si cibano delle cavallette hanno contribuito all’aumento dello sciame.

E si tratta di piccoli animali ma divoratori insaziabili.Uno sciame numericamente modesto è in grado di consumare la stessa quantità di cibo di circa 35 mila persone in un solo giorno. Si nutrono principalmente di mais e sorgo, la dieta base della maggior parte della popolazione rurale in Africa, ed arrivano a mangiare circa 2 grammi al giorno, più o meno il loro stesso peso. 

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com