Africa orientale, 28 milioni a rischio fame

Lo sconvolgimento del clima e l’impennata dei prezzi per la guerra in Ucraina stanno mettendo in ginocchio Kenya, Somalia, Etiopia e Sud Sudan

28 milioni a rischio fame nella regione orientale del continente

Fino a 28 milioni di persone nell’Africa orientale sono a rischio di fame acuta a causa dell’impennata dei prezzi dovuta alla guerra in Ucraina e per la mancanza di pioggia. A lanciare l’allarme è l’organizzazione Oxfam. Kenya, Somalia ed Etiopia stanno vivendo il clima più secco degli ultimi 40 anni, mentre il Sud Sudan è alle prese con continue inondazioni.

Oxfam evidenzia inoltre la distrazione della comunità internazionale per il conflitto in Ucraina, che porta a trascurare la crisi alimentare nella regione dell’Africa orientale. Descrivendo la risposta globale come “terribilmente sotto-finanziata”, l’organizzazione afferma nel comunicato che è pervenuto solo il 3% dei 6 miliardi di dollari richiesti dall’Onu quest’anno per Etiopia, Somalia e Sud Sudan.

“Le ripercussioni del conflitto ucraino sul sistema alimentare globale si riverbereranno in tutto il mondo, ma saranno le persone più povere e vulnerabili quelle più colpite e con maggiore velocità”, ha dichiarato Gabriela Bucher, direttrice esecutiva di Oxfam.

Fino al 90% del grano dei Paesi dell’Africa orientale proviene da Ucraina e Russia, secondo le stime dell’organizzazione.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Altro che eolico e solare. Il Nordafrica è la nuova frontiera dell’idrogeno verde. Rivoluzione o un’altra forma di colonialismo?

Ma non è tutto oro (anzi idrogeno) ciò che luccica, soprattutto per le popolazioni locali. Il rischio è quello di riprodurre il colonialismo anche nei processi di transizione alle energie rinnovabili, assumendo la forma di green grabbing (accaparramento ecologico) [continua ]

Energie & Risorse

In Africa è vaccinato con doppia dose meno dell’1,6% della popolazione

Per ottenere una copertura del 50%, 60% e 70% dopo 9, 12 e 18 mesi di implementazione, rispettivamente, il ritmo della vaccinazione dovrebbe aumentare di 10, 7 e 4 volte la velocità attuale. [continua ]

Life
Risorse e Stati Uniti. Perché la Cina resta in Africa

Risorse e Stati Uniti. Perché la Cina resta in Africa

Global
Boom dei casi di Covid: +54%

Boom dei casi di Covid in Africa: +54%

Life
Ecco come la Francia frena lo sviluppo dell’Africa occidentale

Ecco come la Francia frena lo sviluppo dell’Africa occidentale

Moneta & Mercati

Mattarella: “In Africa e Ue vivono oltre 1,5 mld di persone con un Pil pari a 15.000 mld di euro”

Il presidente della Repubblica: “Il continente africano rappresenta il partner naturale per l’Ue. Non comprenderlo adesso ci porterebbe a constatare, fra qualche anno, di essere stati relegati alla periferia del pianeta. Un modello di crescita endogeno e integrato rappresenta la migliore risposta ai fenomeni migratori. E nonostante l’intero continente sia responsabile di appena il 3% delle emissioni globali, si trova ad essere vittima di una percentuale ben più consistente”. [continua ]

Economia

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com