Negli Usa flagellati dal Covid-19 salgono contagiati e decessi

Trump sapeva già a gennaio: il consigliere statunitense al Commercio aveva lanciato l’allarme sulla diffusione del coronavirus negli Usa con il rischio di arrivare a 100 mln di contagiati e 1,2 mln di morti

Salgono contagiati e decessi

Sono 12.722 i morti causati dal coronavirus negli Stati Uniti. La metà dei decessi è stata registrata nello Stato di New York. I contagi sono arrivati a 386.817.

Ma Donald Trump vede “segnali di speranza” nonostante “la settimana molto dolorosa” per gli Usa.

Intanto si apprende che il consigliere statunitense al Commercio, Peter Navarro, aveva lanciato l’allarme sul coronavirus già alla fine di gennaio, avvisando il presidente Usa, ma era rimasto inascoltato.

E meno di un mese dopo aveva avvertito che c’era “una crescente probabilità di una pandemia di Covid-19 e che avrebbe potuto infettare fino a 100 milioni di statunitensi con 1,2 milioni di morti”.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com