Dopo 9 anni tornano i Btp in dollari. Ed è un successo

Dopo 9 anni tornano i Btp in dollari. Ed è un successo

Pienone per i Btp in dollari a 5, 10 e 30 anni. L’emissione italiana in valuta statunitense, un ritorno dopo ben nove anni, ha attirato un forte interesse.

La risposta degli investitori infatti non si è fatta attendere con domanda record di 18 miliardi di dollari grazie ai rendimenti allettanti del Btp in un contesto che vede espandersi i tassi negativi.

Alla fine il Tesoro è riuscito a collocare titoli per ben 7 miliardi di dollari complessivi, di cui 2,5 mld sono andati al titolo a 5 anni, 2 mld al decennale e i rimanenti 2,5 mld al trentennale, con rendimenti lordi rispettivamente pari al 2,4%, 3% e 4%.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com