Perché l'inflazione è stata per lungo tempo così bassa? Il colpevole è l'effetto Amazon

Secondo Jerome Powell, presidente della Federal reserve, è il comportamento dei consumatori on line, e cioè l'acquisto comparativo, a fare da potente calmieratore dei prezzi

Perché l’inflazione è stata a lungo così bassa? Colpa dell'effetto Amazon

L'aumento dei tassi di interesse deciso dalla Federal Reserve ha portato con sé anche nuovi timori in merito a un eccessivo rialzo dei prezzi. Ci si interroga non solo sugli effetti di tassi più alti, ma anche sulla dinamica dell'inflazione, rimasta a lungo bassa nonostante i tanti stimoli. Perché?

Eppure l'economia va...

L'economia degli Usa ha abbondantemente archiviato la crisi del 2008, è tonica: i comparti dell'industria e dei servizi vanno a pieni giri e la disoccupazione è in continuo calo. In più si aggiunga una politica monetaria più che benevola, con l'immissione in circolo di molta liquidità e – fino a poco tempo fa - con tassi di interesse vicini allo zero. Tutti elementi che dovrebbero ulteriormente favorire il “riscaldamento” dei prezzi e dell'economia. Eppure l'inflazione non ha reagito per lungo tempo.

Effetto Amazon

Ogni mese, ad ogni rilascio dell'Indice dei prezzi al consumo, i responsabili economici si aspettavano un risveglio, poi puntualmente disatteso (tranne nel dato diffuso il 12 giugno: 2,8% annuo). Alla fine, a forza di consultare tabelle dei consumi e grattarsi la testa una spiegazione unanimemente convincente è arrivata: la “colpa” di raffreddare costantemente i prezzi è del commercio on line. “L'effetto Amazon” lo ha definito Jerome Powell, presidente della Federal reserve. È il comportamento dei consumatori on line, e cioè l'acquisto comparativo, a fare da potente calmieratore dei prezzi.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com