GM chiude 7 impianti e taglia 15 mila posti di lavoro

La prima casa automobilistica Usa è a caccia di 6 miliardi di dollari per ridurre i costi. Spera così di proteggersi dalla recessione economica e dalla guerra commerciale

GM chiude 7 impianti e taglia 15 mila posti di lavoro

L’obiettivo è chiaro: tagliare i costi di 6 miliardi di dollari è tra le poche speranze per General Motors di riuscire a sopravvivere. Si tratta della più grande ristrutturazione in Nord America per GM dalla sua bancarotta di un decennio fa.

Quattro delle fabbriche verranno chiuse negli Usa l'anno prossimo. Il problema è che sono coinvolti Stati cardine, dal punto di vista politico, per Donald Trump come Ohio e Michigan. Sarà messo fine anche a un quinto impianto in Canada.

Parlando sul prato della Casa Bianca lunedì pomeriggio, il presidente statunitense ha riferito di aver detto a Mary Barra, amministratore delegato di GM, che non era "contento" della mossa. "Gli Stati Uniti hanno salvato GM e lei ora vuole portare l'Ohio fuori dall'Ohio", ha detto Trump che ha poi spiegato in un'intervista al Wall Street Journal quale sia la soluzione: smettere di produrre in Cina.

Le chiusure annunciate lunedì consistono in un taglio di circa il 15% della forza lavoro nordamericana di GM, circa 8 mila dipendenti, Ai quali occorre, però, aggiungere 6 mila temporanei.

Alla base della crisi tre fattori: costi crescenti, vendite di auto in calo e mutamento gusti dei consumatori, più orientati ora negli Usa verso pick-up e veicoli sportivi. Tutto in una fase che vede i produttori di auto cominciare a pompare investimenti in nuove tecnologie (auto elettriche e guida autonoma).

E, poi, c’è la scure dei dazi. GM, come Ford, è stata duramente colpita dalle tariffe in acciaio e alluminio introdotte da Trump. Le due case automobilistiche hanno affermato che l'aumento dei prezzi delle materie è già costato 1 mld ciascuna, perché i loro fornitori in gran parte domestici hanno scaricato sui prezzi finali l’introduzione dei dazi. Ma nella “Trumponomics” la decisione di GM non ha "niente a che fare con le tariffe”. Sono i modelli proposti a non piacere.

A questo punto GM, che include marchi come Chevrolet, Buick e Cadillac, dice di non avere molte altre scelte. Deve ridurre i costi di 4,5 mld e la spesa in conto capitale di 1,5 mld l'anno. Allo stesso tempo, il colosso americano raddoppierà le risorse destinate alle auto elettriche e autonome nei prossimi due anni.

Oltre alle chiusure del Midwest, stessa sorte toccherà anche a uno stabilimento di assemblaggio di Oshawa (Ontario, Canada) e a quello di Baltimora (Maryland).

Per chiudere il cerchio e arrivare a 7, GM metterà lo stop a due impianti localizzati all’estero entro la fine del prossimo anno, anche se non ha comunicato in quali paesi.

Fonte

Articoli correlati

Doppia alleanza tra Ford e Vw: auto elttriche e a guida autonoma

Ford e Volkswagen siglano una doppia alleanza per sviluppare le tecnologie del futuro: i motori elettrici e l’auto a guida autonoma. Si tratta di realizzare sinergie rimanendo però per tutto il resto “indipendenti ed estremamente competitivi sul mercato”, ha spiegato l'amministratore delegato di Ford Jom Hackett. Vw investirà 2,6 miliardi di dollari in Argo AI, la start up di Ford che sviluppa sensori, software e altre tecnologie per i veicoli a guida autonoma. [continua ]

Mobilità

Bbc

Auto elettriche, intesa tra BMW e Jaguar Land Rover. E non hanno bisogno delle “terre rare”

Con l’avvento dell’elettrificazione delle automobili, gli investimenti salgono e le economie di scala diventano inevitabili. Ecco perché i costruttori sono tra loro sempre più intrecciati, anche se la vicenda Fca-Renault ricorda che non tutti i progetti vanno evidentemente a buon fine. L’ultima notizia riguarda il gruppo Bmw che ha ampliato la sua già importante serie di cooperazioni annunciando un'intesa con Jaguar Land Rover, il costruttore britannico controllato dagli indiani di Tata. [continua ]

Mobilità
Rolls-Royce taglia 4.600 posti di lavoro

Il produttore di motori per aerei annuncia la ristrutturazione: Rolls-Royce taglia 4.600 posti di lavoro

Mobilità
Auto elettriche, boom delle vendite

Auto elettriche, boom delle vendite

Mobilità
Dove sta andando la Tesla?

Supercar e guida autonoma: dove sta andando la Tesla?

Mobilità
Per le batterie delle auto elettriche c’è l’ultra-vita

Per le batterie delle auto elettriche c’è l’ultra-vita: il ciclo infinito del riuso

Planet

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com