Apple contro Trump: "I dazi ridurranno il nostro contributo all'economia Usa"

La nota della società: "Così viene colpita la nostra competitività globale"

Apple contro Trump

La prossima offensiva commerciale di Donald Trump contro la Cina potrebbe rivelarsi un boomerang per l'economia Usa. L'avvertimento questa volta proviene da una delle principali aziende statuntensi: Apple.

In una nota il colosso ha infatti rimarcato come i nuovi dazi proposti da Washington sui beni importati dalla Cina, inclusi iPhone, iPad e Mac, "potrebbero ridurre il contributo della società all'economia Usa e colpire la propria competitività globale". Per questo motivo - prosegue il documento della società - il governo dovrebbe "riconsiderare la decisione" di far salire al 25% i dazi sull'importazione di 300 milioni di dollari di prodotti dalla Cina.

Nella lettera, indirizzata al rappresentante per il commercio Robert Lighthizer, l'azienda ricorda che nel 2018 è stata annunciata "l'intenzione di dare all'economia Usa un contributo di 350 miliardi di dollari in 5 anni", grazie alla propria attività di impresa.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com