Si avvicina per l'Italia il rischio di una manovra bis?

Si avvicina per l'Italia il rischio di una manovra bis?

Per tornare ai livelli 2007 - l'anno precedente l'avvio della crisi - l'Italia deve ancora recuperare 4,2 punti percentuali di Pil e 19,2 sugli investimenti. Procedendo così, per rivedere i livelli pre-crisi bisognerà aspettare il 2024. È la stima della Cgia di Mestre che prevede per il prossimo anno un incremento del Pil attorno allo 0,8% ed evidenzia anche il rischio di una manovra bis da parte del Governo Conte.

"Non è da escludere - qualora la crescita del Pil dovesse risultare sensibilmente inferiore all’1% stimato dal Governo - il fatto di dover approvare una manovra correttiva già prima dell'estate", si legge nel rapporto della Cgia.

D'altronde, a distanza di 10 anni, i consumi delle famiglie sono ancora inferiori dell'1,9% e il reddito disponibile, sempre delle famiglie, è in calo del 6,8%. In materia di lavoro, l'occupazione è aumentata dell'1,7%, ma il tasso di disoccupazione è salito dell'84,4%. Se nel 2007 il tasso di coloro che erano alla ricerca di un'occupazione si attestava al 6,1%, nel 2018 è lievitato al 10,5%.

Fonte

Articoli correlati

Juncker: “La crescita zero farà aumentare i problemi del Paese”

Rai

Juncker: “La crescita zero dell’Italia farà aumentare i problemi del Paese”. Tav Torino-Lione? “Va fatta”

Economia

Crescita zero nel 2019

Prima sono arrivate le stime allarmistiche delle organizzazioni internazionali, poi sono giunte anche quelle comunitarie e nazionali. E adesso un’altra doccia gelata, stavolta da Confindustria. Il centro studi degli industriali ha corretto al ribasso le stime di crescita dell'esecutivo, prevedendo un dato nullo nel 2019 (contro il + 0,9% della stima precedente) e un +0,4% nel 2020. [continua ]

Economia
Bankitalia, rallenta la crescita

quoted business

Bankitalia, rallenta la crescita

Economia

Fatturato industria, solo +0,1% a novembre. Rallenta la crescita e pesa la domanda interna

Anche i dati su fatturato e ordinativi non offrono segnali incoraggianti sullo stato di salute dell’industria in Italia. A novembre l'Istat registra un aumento dello 0,1% delle vendite rispetto al mese precedente. Ma se si esclude il comparto dell’energia, emerge una riduzione dello 0,2%. Anche gli ordini scendono dello 0,2%. Su base annua segnano, rispettivamente, un incremento dello 0,6% e una flessione del 2%. [continua ]

Economia
Pil, primo dato negativo da 14 trimestri

La crescita dell'economia italiana rallenta: per il Pil primo dato negativo da 14 trimestri

Economia
Frase del giorno - Parole

quoted business

Il problema della crescita è europeo, ma l’Ue non appare consapevole della situazione e sembra incapace di adottare politiche di contrasto alla frenata del Pil.

Economia

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com