Conte offre lo scudo penale. Ma ArcelorMittal avanza una richiesta "inaccettabile": 5 mila esuberi

Il premier: “Non è lo scudo il tema, lo abbiamo proposto ed è stato rifiutato. Il gruppo ritiene insostenibili gli investimenti per gli attuali livelli di produzione e di non poter assicurare quelli occupazionali”

Conte offre lo scudo penale. Ma ArcelorMittal chiede 5 mila esuberi

Sull’ex-Ilva “è scattato l’allarme rosso. Per il governo il rilancio è una priorità e le richieste di ArcelorMittal sono inaccettabili”. In una conferenza stampa notturna, il premier Giuseppe Conte riassume lo scontro tra il governo e la multinazionale dell’acciaio.

Ma sull’immunità restano intatte le tensioni nella maggioranza e nel M5s. “Lo scudo penale è stato offerto ed è stato rifiutato. Il problema è industrial”, sottolinea il premier riferendo che dall’azienda è arrivata una richiesta di “5 mila esuberi” e chiamando “tutto il Paese e le forze di opposizione alla compattezza”.

Con il premier, in conferenza stampa anche il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, per ribadire un punto in particolare. "ArcelorMittal non è in grado di rispettare il suo piano industriale e non possono essere i lavoratori e Taranto a pagare – ha spiegato Patuanelli -. A prescindere da ogni altra condizione, la società oggi dice che non riesce a produrre più di 4 mln di tonnellate e che queste non sono sufficienti a remunerare l’investimento. Ma Mittal ha vinto la gara per Ilva promettendo 6 mln di tonnellate e 8 mln dal 2024”.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com