Frena il Pil 2019. Ma risale lievemente nel 2020

L'Istat rivede al ribasso le stime sul Pil italiano nel 2019

Frena il Pil 2019. Ma risale lievemente nel 2020

Il Prodotto interno lordo in termini reali è previsto salire dello 0,2% nel 2019, “in deciso rallentamento” rispetto all’anno scorso (+0,8%). La crescita risulta invece "in lieve accelerazione nel 2020", con un aumento dello 0,6%. È quanto afferma l’Istat.

“L’attuale scenario di previsione della crescita è caratterizzato da alcuni rischi al ribasso - si legge nel Bollettino - rappresentati da possibili evoluzioni negative dei conflitti tariffari e delle turbolenze geopolitiche con riflessi sfavorevoli sull'evoluzione del commercio internazionale e sul livello di incertezza degli operatori”.

Il tasso di disoccupazione nel 2019 evidenzia “un deciso miglioramento”, attestandosi al 10% (dal 10,6% del 2018).

I consumi delle famiglie in termini reali segnano quest'anno un +0,6% (stesso dato previsto anche per il 2020), che si accompagnerebbe a un deciso aumento della propensione al risparmio.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com