La Germania si riscopre un paese diviso: il Sud ricco da un lato. Il Nord e l’Est dall’altro

La Germania si riscopre un paese diviso
Bundestag, Berlino

La Germania è un paese profondamente diviso a livello regionale. A sostenerlo è un nuovo studio pubblicato dall'Istituto tedesco di ricerca economica e sociale (Wsi). Mentre i tassi sulla povertà in Baviera e Baden-Württemberg sono al 12,1%, al Nord raggiungono il 17,3%. Ma è osservando il reddito procapite che le differenze paiono più evidenti.

Nella città bavarese di Starnberg - vicino a Monaco - il reddito medio annuo disponibile è pari a 34.987 euro, il livello più alto registrato nella prima economia europea. Al contrario, la città di Gelsenkirchen nel Nord Reno-Vestfalia è la più povera con 16.203 euro.

Tra le maggiori città tedesche, Monaco è in cima alla classifica con un reddito medio di 29.685 euro, seguito da Stoccarda, Düsseldorf e Amburgo. A Berlino è andata meno bene (19.719 euro), mentre Duisburg è stata la più povera delle 15 maggiori città del paese con un reddito medio disponibile di soli 16.881 euro.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com