Germania, crolla la produzione industriale

Nella prima economia europea il dato di giugno mostra una flessione dell'1,5%. Su base tendenziale la diminuzione è del 5,2%. La notizia non è positiva per l'economia italiana

Crolla la produzione industriale

La produzione industriale di giugno mostra una flessione mensile dell'1,5% in Germania. Su base tendenziale il crollo è del 5,2%. Gli analisti avevano previsto una performance negativa ma non così significativa.

La prima economia europea è nella morsa della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Entrambi i paesi rappresentano mercati chiave per il “Made in Germany". Ciò significa che la lotta tra le due maggiori economie mondiali – oltre alla Brexit - sta avendo un impatto di significative proporzioni sulla Germania. Non per caso Berlino prevede un misero 0,5% per la crescita di quest’anno, seguito da una ripresa dell’1,5% nel 2020.

La notizia non è positiva per l'economia italiana, che è di fatto al traino di quella tedesca.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com