La Germania sperimenta il reddito di cittadinanza

Per un periodo di tre anni un campione di tedeschi riceverà 1.200 euro al mese. Senza nulla in cambio

Al via la sperimentazione del reddito di base

L’interesse a prendere parte all’esperimento è stato travolgente. In una settimana più di 1,5 milioni di volontari hanno manifestato la loro disponibilità a partecipare a un grande studio sul reddito di base incondizionato.

Su un campione di 1.500 partecipanti, in 120 riceveranno 1.200 euro al mese per un periodo di tre anni. Al termine del progetto, ogni partecipante riceverà 43.200 euro. E non dovranno fare nulla in cambio, a parte la compilazione digitale di sette questionari in tre anni.

I fondi provengono da 150.000 donatori attraverso un ente di beneficenza pubblico con sede a Berlino. I funzionari dell’Associazione Mein Grundeinkommen (Il mio reddito di base) sono convinti che un reddito incondizionato per tutti i cittadini risolverebbe molti problemi attuali.

Il presupposto è che le persone diventano più creative e diventano più libere (oltreché più felici) se non subiscono costantemente la pressione di riuscire a guadagnare abbastanza per tirare avanti.

Lo studio vuole provare a dare una risposta alle seguenti domande: i beneficiari della misura spenderanno tutti i soldi o risparmieranno qualcosa? Smetteranno di lavorare o lavoreranno meno? Vale la pena di ricordare che nella sua accezione più ‘integralista’ il reddito di base è una misura universalista che viene erogata a tutti prescindendo da qualunque forma di requisito. Dunque, non si tratta necessariamente di disoccupati.

Nonostante non si tratti di un esperimento progettato dal Governo tedesco (anzi recentemente sia il ministro del Lavoro Hubertus Heil che quello delle Finanze Olaf Scholz hanno espresso la loro contrarietà allo strumento), l’iniziativa ripresa da tutti i principali media nazionali testimonia che il dibattito intorno al reddito di base continua crescere.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

La vera rivoluzione fiscale? Sarebbe spostare il carico dal lavoro al consumo

In vista della legge delega fiscale, in Italia il centro-dx punta a far scendere le tasse sugli aumenti di reddito, mentre il Pd sui contribuenti medio-bassi. Il M5s è per il taglio dell’Iva. Ma è ciò di cui l’Italia ha bisogno? Da un confronto tra il sistema fiscale del nostro paese e quello francese emerge che entrambi portano all’indebolimento dell’economia. La produzione e l’occupazione sono le prime vittime di un fisco che si concentra sul lavoro. [continua ]

Finanza pubblica

Il mercato del lavoro tedesco tiene. Disoccupazione al 6,1%

Il mercato del lavoro tedesco è rimasto stabile a dicembre, secondo i dati ufficiali diffusi martedì. I dati sono stati pubblicati prima della decisione dei leader federali e statali del paese di estendere il blocco a livello nazionale fino al 31 gennaio. Il governo ha ordinato la chiusura della maggior parte delle attività non essenziali durante il periodo natalizio, spingendo le imprese a sfruttare un programma statale che consente loro di ridurre le ore di lavoro ed evitare licenziamenti. [continua ]

Jobs & Skills
Automotive, fino al 48% di posti lavoro in meno entro il 2040

Automotive, in Germania fino al 48% di posti lavoro in meno entro il 2040

Mobilità
La prima economia europea fatica a ripartire

La prima economia europea fatica a ripartire

Economia
Bce, la Consulta boccia i ricorsi contro il programma di acquisto titoli

La Consulta tedesca respinge due ricorsi contro il programma di acquisto di titoli della Bce

Economia
Efficienza tedesca: alle radici di uno stereotipo

Efficienza tedesca: alle radici di uno stereotipo

Economia

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com