La Germania tornerà ai livelli precrisi nel 2022

Per il 2020 il crollo dell’economia tedesca è meno grave del previsto: la stima sul Pil rivista da -6,3% a -5,8%

La prima economia europea tornerà ai livelli precrisi nel 2022

La Germania vede meno nero. Il ministro dell’Economia, Peter Altmaier, ha comunicato le nuove stime sul Pil nel 2020: -5,8% a fronte del -6,3% stimato ad aprile. La crisi indotta dal Covid sarebbe dunque meno grave rispetto a quanto originariamente ipotizzato.

Tuttavia, nonostante le revisione della stima, si tratta della diminuzione (in termini di crescita economica) più significativa osservata dalla fine della seconda guerra mondiale.

E, sebbene il calo del PIL possa essere meno allarmante per tutto il 2020, il governo ha avvertito che il processo di ripresa sarà più lento di quanto sperato in precedenza. Il Pil 2021 dovrebbe registrare un rimbalzo del 4,4% (inferiore pertanto al 5,2% iniziale).

Il che significa che la prima economia europea non tornerà ai livelli precrisi prima del 2022.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com