Come la Cina sta cambiando la Cambogia

Il paese asiatico ha ricevuto un enorme afflusso di investimenti dalla Cina. Ma i cambogiani ne stanno traendo beneficio?

Come la Cina sta cambiando la Cambogia

Sihanoukville, un centro urbano balneare, simboleggia la trasformazione indotta dagli investimenti cinesi in Cambogia. La città di circa 160 mila abitanti è ora “popolata” di casinò, hotel e fabbriche cinesi. Le imprese della seconda economia al mondo sono attratte dalla zona economica speciale di Sihanoukville (SSEZ), un’area esente da imposte per Pechino. Le compagnie cinesi stanno anche costruendo un'autostrada a quattro corsie per collegare Sihanoukville alla capitale della Cambogia, Phnom Penh.

Le relazioni tra Cambogia e Cina hanno preso slancio dopo che i due paesi hanno stabilito un partenariato strategico nel 2010. Poi, nel 2013, il presidente cinese Xi Jinping ha svelato la sua gigantesca Iniziativa Belt and Road (BRI), che prevede di ricostruire la vecchia via della seta per migliorare la connettività tra Asia, Europa e Africa. E il paese del sud-est asiatico ha beneficiato enormemente del denaro cinese, che ha contribuito a finanziare una serie di progetti infrastrutturali.

Finora Pechino ha finanziato la costruzione di sette dighe idroelettriche, che sono in grado di generare metà dell'intero fabbisogno elettrico della Cambogia, e di circa 3.000 chilometri di autostrade, oltre a numerosi ponti, a cominciare dalla metà degli anni '90. Tutti questi investimenti hanno trasformato la Cina nel maggiore investitore diretto estero della Cambogia.

Sebbene gli investimenti cinesi abbiano contribuito in modo significativo alla crescita economica del paese, i benefici sono andati nelle mani di pochi cambogiani. E invece di assumere lavoratori locali, numerose aziende cinesi tendono a importare forza lavoro dalla Cina. Non stupisce dunque che attualmente nel paese siano presenti oltre 250 mila cittadini cinesi. Il che corrisponde a oltre il 60% di tutti i residenti stranieri nel paese del sud-est asiatico. Nel frattempo, gli scambi tra Cambogia e Cina sono aumentati rapidamente negli ultimi anni, fino a raggiungere i 5,4 miliardi di euro nel 2017. Ma le esportazioni cinesi in Cambogia rappresentano l'87% di tale cifra.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com