Putin prosegue la campagna acquisti in Europa

Seguendo l’esempio di altri cancellieri e ministri europei, anche l'ex premier francese François Fillon entra nel consiglio di amministrazione di una società petrolifera russa

Putin prosegue la campagna acquisti in Europa
François Fillon

L’ex primo ministro francese François Fillon dovrebbe entrare a far parte del Consiglio di amministrazione di Zarubezhneft – un gruppo petrolifero interamente di proprietà dello Stato russo attivo in Algeria, Libia, Siria e a Cuba. L’offerta gli è giunta tramite un decreto del governo russo, firmato dal primo ministro Michail Mišustin.

Fillon, 67 anni, ex premier dal 2007 al 2012, rappresenta il primo “pesce grosso” francese che Vladimir Putin, in seguito a un’estenuante attività di lobbying, ha catturato nella sua rete. Secondo un sito web gestito dall’agenzia di stampa Interfax, Fillon avrebbe in realtà già assunto la nuova funzione.

Il politico transalpino è solo l’ultimo di una serie di ex politici europei di alto livello a collaborare attivamente alle società energetiche russe. L’ex ministro degli Esteri austriaco Karin Kneissl è stato nominato a giugno nel consiglio di amministrazione di Rosneft, il più grande produttore di petrolio in Russia. Gerhard Schroeder, ex cancelliere tedesco del Partito socialdemocratico, è presidente del Consiglio di amministrazione di Rosneft dal 2017.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Gas, petrolio e carbone: a livello globale l’Italia è il terzo importatore

Gas, petrolio e carbone: a livello globale l’Italia è il terzo importatore dalla Russia

Energie & Risorse
L’embargo sul petrolio rischia di far male a tutti tranne che alla Russia
quoted business

L’embargo sul petrolio rischia di far male a tutti tranne che alla Russia

Strategie & Regole

La Cina è il più grande partner commerciale di Russia e Ucraina, e il più grande importatore di petrolio greggio e gas naturale al mondo

L’ambasciatore cinese negli Stati Uniti: “Il conflitto tra Russia e Ucraina non giova alla Cina. Se avessimo saputo, avremmo cercato di fermare la guerra” [continua ]

Strategie & Regole
Borrell: “Non barattiamo i diritti umani per il gas”
quoted business

Borrell: “Non barattiamo i diritti umani per il gas”. Poi riconosce: “I prezzi dell’energia saliranno”

Strategie & Regole

L’India approfitta delle sanzioni contro la Russia: compra petrolio a buon mercato e lo rivende all’Europa raffinato e più costoso

Le sanzioni europee contro la Russia stanno alterando l’assetto dell’economia globale. E mettono in evidenza due importanti paradossi. Primo: se l’obiettivo è davvero annientare l’economia russa solo con il gas, non con il petrolio, è possibile. Secondo: se non si introducono sanzioni secondarie, a rimetterci sono anche, e forse soprattutto, i paesi che hanno introdotto le sanzioni stesse. [continua ]

Energie & Risorse

La Russia fa il bis: effettuato un nuovo lancio del missile ipersonico Tsirkon

Il missile è partito dal mare di Barents e ha colpito un obiettivo situato a circa mille chilometri di distanza. Si tratta di un’arma ritenuta essere invulnerabile ai sistemi anti-aerei in uso sulle unità navali delle forze armate occidentali. [continua ]

Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com