Apple e Qualcomm mettono fine alla guerra delle royalty

Apple e Qualcomm mettono fine alla guerra delle royalty

Apple e Qualcomm decidono di mettere fine ad anni di scontri legali e patteggiare le numerose dispute sulle royalty. L'accordo raggiunto include anche un contratto di licenza della durata di sei anni, con l'opzione di estenderlo per altri due. L'intesa prevede inoltre un pagamento una tantum da Apple a Qualcomm. Con il patteggiamento vengono a cadere tutte le reciproche accuse avanzate nei vari tribunali del mondo.

Sono incluse anche quelle del processo che si è appena aperto a San Diego e nel quale Apple, insieme a quattro altre società, chiedeva 27 miliardi di dollari in danni a Qualcomm per aver fatto pagare troppo le royalty sui chip. Accuse respinte da Qualcomm che, da parte sua, pretendeva da Cupertino almeno 7 mld di pagamenti arretrati oltre a miliardi di dollari di danni.

Fonte

Articoli correlati

Amazon investe mezzo miliardo in Deliveroo

Amazon investe mezzo miliardo in Deliveroo

Corporate

Zuckerberg vola da Luxottica. Facebook punta sugli occhiali smart?

Una visita a sorpresa che ha sollevato molti interrogativi. Mentre è impegnata nella difficile ricomposizione della frattura francese con Essilor, Luxottica ha ricevuto il 9 maggio il fondatore e numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, al suo quartier generale di Agordo. È arrivato in elicottero da Milano assieme al patron di Luxottica, Leonardo Del Vecchio. [continua ]

Corporate

Enel, utili in aumento. Grazie alle rinnovabili e all'espansione in Brasile

Salgono ricavi e utili di Enel. Pesa il contributo delle energie rinnovabili e l'espansione in Brasile del colosso italiano, che ha chiuso il primo trimestre dell'anno con ricavi per 20,8 miliardi, in crescita del 10,3% rispetto al primo periodo del 2018. L'utile netto ordinario è stato pari 1,16 miliardi, in questo caso con un'espansione annua dell'11,3%. [continua ]

Corporate

quoted business

Puntualità dei pagamenti, Italia solo 13° in Europa

Puntualità dei pagamenti in Europa: l'Italia non fa una bella figura. Si piazza al 13° posto ed è superata da Paesi come Polonia (1°), Slovenia (7°), Irlanda (8°) e Belgio (12°), mentre la Gran Bretagna si posiziona al 14°. I dati sono contenuti nello Studio Pagamenti 2019 effettuato da CRIBIS, che ha analizzato i comportamenti in 32 Paesi nel mondo (22 sono europei). [continua ]

Corporate

Cnn

Le pressioni estere non frenano Huawei: utili in crescita del 25%

Intorno alla multinazionale cinese si è scatenato un polverone geopolitico internazionale. Ma le problematiche relative alla sicurezza nazionale, che hanno indotto la Casa Bianca a bandire le sue infrastrutture 5G, non sembrano aver intaccato i conti di Huawei. O meglio, gli utili sono saliti del 25% nel 2018: il terzo produttore mondiale di smartphone ha registrato profitti per 8,8 miliardi di dollari (nel 2017 avevano fatto registrare il 28% e lo 0,4% nel 2016). [continua ]

Corporate
"Guerra degli occhiali", EssilorLuxottica: Del Vecchio ricorre alla Camera

quoted business

"Guerra degli occhiali", EssilorLuxottica: Del Vecchio ricorre alla Camera arbitrale

Corporate

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com