Dolce e Gabbana, chiedono scusa alla Cina

Maglione scuro e facce tesissime: così Domenico Dolce e Stefano Gabbana nel video in cui si scusano con la Cina dopo le polemiche che hanno portato alla cancellazione di un mega-show organizzato a Shanghai dalla casa di moda.

"In questi giorni - dice Domenico Dolce - abbiamo ripensato con grande dispiacere a quello che è successo e che abbiamo causato nel vostro paese e ci scusiamo tantissimo. Le nostre famiglie ci hanno sempre insegnato a rispettare le varie culture di tutto il mondo e per questo vogliamo chiedervi scusa se abbiamo commesso degli errori nell'interpretare la vostra". Il riferimento è al contestato video - accusato di sessismo e razzismo - di lancio dell'evento di Shanghai, dove una modella tenta di mangiare cibi italiani (pizza, spaghetti e un cannolo siciliano) con le bacchette.

Non torna, invece, sui commenti razzisti partiti dal suo profilo instagram e attribuiti a un attacco hacker Stefano Gabbana, che dice: "Faremo tesoro di questa esperienza e sicuramente non succederà mai più, anzi proveremo a fare di meglio, rispetteremo la cultura cinese in tutto e per tutto. Dal profondo del nostro cuore vi chiediamo scusa".

In chiusura, le scuse in cinese di entrambi gli stilisti.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com