Come la medusa della mitologia, Amazon pietrifica chi osa sfidarla e chiederle più tasse

Il colosso creato da Jeff Bezos è accusato di non pagare abbastanza tasse, distruggere il piccolo commercio e danneggiare le Poste federali. Intanto il suo fatturato aumenta

Come la medusa della mitologia, Amazon pietrifica chi osa sfidarla
Jeff Bezos, fondatore di Amazon

Amazon, la piovra che si alimenta dei nemici: più cresce il numero dei suoi avversari più il gigante del commercio on-line creato da Jeff Bezos aumenta il fatturato.

Seconda società a Wall Street

Ultimo esempio? Negli stessi giorni in cui Trump l’ha attaccata ripetutamente con tweet al veleno, Amazon, con 767 miliardi di dollari, pur con un calo del 12% del titolo a causa degli attacchi del presidente degli Stati Uniti, è diventata la seconda società per capitalizzazione quotata a Wall Street.

Le accuse a Bezos

Quasi un modo per spolverarsi di dosso le tre accuse lanciate dall’inquilino della Casa Bianca: Amazon non paga le tasse, distrugge il piccolo commercio e danneggia le Poste federali. Quest’ultimo aspetto è forse quello meno veritiero: lo US Postal Service, in grave difficoltà finanziaria di suo, certo concede tariffe agevolate al colosso del commercio on-line, ma, come vuole il suo statuto – ogni tariffa applicata deve almeno ripagare il costo della consegna.

Pagate poche tasse

Sulla questione delle tasse non pagate a sufficienza, Trump si trova nella singolare condizione di dire una cosa giusta ma di essere causa dello stesso problema: in effetti è vero che il colosso con sede a Seattle, riesce a pagare poche tasse, ma ora potrà pagarne ancora meno grazie alla riforma fiscale voluta dallo stesso Trump! L'anno scorso, nei 46 stati dove paga tributi, ha pagato in tasse 957 milioni a fronte di un fatturato totale di 178 miliardi. C'è da dire che l'utile è stato di "soli" 3 mld, a causa di una feroce politica di ribasso dei prezzi. Di qui tra l'accusa di concorrenza sleale mossa dalle catene dei supermercati.

La voracità di Amazon aumenta

Per tutta risposta la piovra di Bezos si è mangiata una delle più grandi, Whole Foods, ha mandato in rovina decine di altre catene della grande distribuzione, e quelle che ancora resistono, tipo Walmart, ormai arrancano per sopravvivere. E la voracità aumenta: Amazon sta per sbarcare anche nel settore delle banche, con un accordo con JpMorgan Chase.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com