Ucraina e Russia forniscono più di un 1/3 delle esportazioni globali di grano

Ucraina e Russia forniscono più di un 1/3  dell’export globali di grano

I prezzi alimentari mondiali potrebbero vedere aumenti compresi tra l’8% e il 20% sulla scia della guerra in Ucraina, stima l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (Fao).

La Russia è il più grande esportatore mondiale di grano e l’Ucraina il quinto. Insieme, i due paesi forniscono più di un terzo delle esportazioni mondiali di cereali (19% per l’orzo, 14% per il grano e 4% per il mais). “Le probabili interruzioni delle attività agricole di questi due principali esportatori di materie prime potrebbero gravemente aggravare l’insicurezza alimentare a livello globale”, ha affermato in una nota il Direttore Generale della Fao Qu Dongyu.

L’indice dei prezzi alimentari dell’agenzia delle Nazioni Unite, che riflette l’evoluzione dei principali generi alimentari scambiati nel mondo, ha già raggiunto a febbraio un livello senza precedenti. È probabile che la sua impennata continui nei mesi a venire, quando le ripercussioni del conflitto si diffonderanno in tutto il mondo.

Tra il 20% e il 30% dei campi di grano, mais e girasole invernali non saranno piantati o raccolti in Ucraina durante la stagione 2022-23, mentre si prevede che le esportazioni russe saranno interrotte dalle sanzioni internazionali.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Profitti record per le prime 4 multinazionali cerealicole

Profitti record per le prime 4 multinazionali al mondo di cereali

Life
La guerra del grano e il protezionismo alimentare
quoted business

La guerra del grano e il protezionismo alimentare

Life
Grano, 2,5 miliardi di persone dipendono da 3 paesi esportatori

Grano, 2,5 miliardi di persone dipendono da 3 paesi esportatori

Life

Non solo gas. Il sadomasochismo dell’Occidente (che avvantaggia la Cina). Volano i prezzi di grano e mais

I presunti venti di guerra fanno volare le quotazioni internazionali di grano per il pane e mais per l’alimentazione animale. L’Ucraina è il quinto paese al mondo per la produzione di mais e settimo per quella di grano. Una emergenza globale che riguarda anche l’Italia che è un Paese deficitario ed importa (soprattutto da Kiev) il 64% del proprio fabbisogno di grano per la produzione di pane e biscotti. [continua ]

Life

Per vedere una foto di ciascun abitante sulla Terra per un secondo occorrono 253 anni

La popolazione mondiale ha raggiunto quota 8.000.000.000 di persone. L’India si accinge a superare la Cina. Nel 2037 il numero salirà a 9 miliardi, ma il tasso di crescita sta rallentando. Il mondo potrebbe presto scoprire che il vero problema sarà la decrescita demografica. [continua ]

Life

L’ipocrita doppio standard europeo sui pesticidi

L’Europa li vieta, ma continua a produrli e a venderli ai paesi in via di sviluppo. Che spesso esportano i loro prodotti agricoli nei paesi ricchi. E qui il cerchio si chiude: i pesticidi sono bannati dall’Ue, ma i cittadini europei finiscono per mangiarli lo stesso (almeno in parte). [continua ]

Life

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com