Spagna, l’industria del sesso vale 3,7 miliardi di euro

Sanchez promette: “Aboliremo la prostituzione”

L’industria del sesso vale 3,7 miliardi di euro

La prostituzione è stata depenalizzata in Spagna nel 1995 e nel 2016 l’Onu ha stimato che l’industria del sesso del paese valeva 3,7 miliardi di euro. Un sondaggio del 2009 ha rilevato che 1 spagnolo su 3 era ricorso al sesso a pagamento.

Tuttavia, un altro rapporto pubblicato nel 2009 ha indicato una percentuale più elevata (39%) e uno studio delle Nazioni Unite del 2011 ha indicato la Spagna come il terzo più grande centro per la prostituzione nel mondo, dietro Thailandia e Porto Rico.

La prostituzione non è attualmente regolamentata in Spagna e non vi è alcuna punizione per coloro che offrono servizi sessuali a pagamento di propria volontà finché non si svolgono in spazi pubblici.

L’industria è esplosa dopo la depenalizzazione e si stima comunemente che circa 300.000 donne lavorino come prostitute in Spagna.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del rapporto debito/Pil in Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna

Osservando l’andamento del rapporto debito/pil nei cinque paesi selezionati emergono tre aspetti nodali 1) la tendenza a convergere da parte di Francia, Regno Unito e Spagna negli ultimi anni 2) la dimensione del debito italiano 3) la netta inversione di marcia della Germania dopo il 2012

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com