Le borse bocciano Christine Lagarde. Piazza Affari choc: -16%

Lagarde: “Non è nei miei piani passare alla storia per un ‘whatever it takes numero due’e non siamo qui per ridurre gli spread, non è la funzione della Bce”

Le borse bocciano Christine Lagarde. Piazza Affari choc: -16%

La Bce ha rimpolpato il quantitative easing (il programma di acquisto titoli) ma la decisione non è stata accolta positivamente dai mercati: gli operatori si aspettavano molto di più e sono invece stati gelati dalle parole scelte da Christine Lagarde durante la conferenza stampa. 

“Quando il mio predecessore e amico Mario Draghi ha lasciato la Bce, ho detto in un’intervista che speravo di non dover mai fare un ‘whatever it takes’- ha spiegato l’ex direttore dell’Fmi -e non è nei miei piani passare alla storia per un ‘whatever it takes numero due’”.

Ha, poi, aggiunto: “Non siamo qui per ridurre gli spread, non è la funzione della Bce”, ha tagliato corto Lagarde. Intanto, proprio il differenziale tra Btp e Bund, che fino all’ora di pranzo ondeggiava sui 200 punti base, è subito dopo la conferenza stampa schizzato fino a 260 punti.

Piazza Affari è crollata di oltre il 16%, ma sono tutte le principali borse ad aver sofferto in una giornata cominciata male a causa della diffusione del coronavirus e per la chiusura dei voli dall’Europa da parte degli Stati Uniti, finita poi peggio (quantomeno dal punto di vista dei mercati) in seguito alle parole di Lagarde.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com