In bancarotta la compagnia aerea “Germania”

In bancarotta la compagnia aerea “Germania”

Non c’era "altra opzione" per "Germania". Sono le parole dell’ad, Karsten Balke, in merito al fallimento della compagnia aerea tedesca.

La società, che ha sede a Berlino e ha bloccato tutte le attività con decorrenza 5 febbraio, effettuava voli verso circa 60 destinazioni in Europa, Africa e Medio Oriente, trasportando oltre quattro milioni di passeggeri l'anno.

La situazione è peggiorata rapidamente in seguito alla concomitanza di tre fattori negativi per il vettore: aumento dei prezzi del cherosene, la svalutazione dell'euro rispetto al dollaro e costi di manutenzione più alti del previsto. La compagnia si è così ritrovata senza liquidità a breve termine.

La bancarotta di “Germania” arriva a poco più di un anno di distanza dal fallimento di un altro vettore tedesco: Air Berlin.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com