Crolla il pil tedesco. La stima del governo per il 2019 passa dall’1,8 all’1%

Lo riferisce Handelsblatt, citando fonti vicine al governo. Le ragioni del ridimensionamento sono legate alle incertezze della Brexit e alle tensioni commerciali globali. Si complica lo scenario anche per l'Italia

Crolla il pil. La stima del governo per il 2019 passa dall’1,8 all'1%
Angela Merkel

È ufficiale. La prima economia europea ha bruscamente rallentato. Le incertezze legate alla Brexit e le tensioni commerciali globali cominciano a pesare su un'economia basata sulle esportazioni.

Nei giorni scorsi la notizia era stata comunicata dal Fondo Monetario Internazionale. Secondo l’Organizzazione con sede a Washington, la stima sulla crescita tedesca scende dall’1,9% di ottobre all’1,3% attuale.

Ma il malato sembra ora essersi aggravato e non ha più un brutto raffreddore. La testata economico-finanziaria tedesca Handelsblatt ha rivelato di aver avuto accesso al Rapporto annuale del ministero dell’Economia che sarà presentato nei prossimi giorni a Berlino (poi reso ufficiale il 30 gennaio dal ministro dell'Economia tedesco, ndr). La previsione governativa sul Pil del 2019 crolla: passa dall’1,8% all’1%.

E il 25 gennaio, il rispettato istituto economico Ifo ha diffuso i dati sull’indice di fiducia delle imprese, sceso a gennaio per il quinto mese consecutivo raggiungendo, così, il livello più basso da febbraio 2016.

Nonostante tutto, nel 2018 il Pil è stato dell'1,5% (ma nei due anni precedenti aveva registrato il 2,2%), segnando il nono anno consecutivo di espansione. Sarà anche per questo che il rapporto ministeriale non prefigura, tuttavia, lo scenario di una grave recessione: la locomotiva d’Europa dovrebbe tornare a crescere di più (1,6%) nel 2020.

La situazione appare, invece, più critica per l’economia europea e, in particolare, quella italiana che è agganciata a quella tedesca. Se Berlino dovesse davvero crescere soltanto l'1% sarà quasi impossibile per l’Italia riuscire a superare il mezzo punto percentuale. Molto lontano dalla stima sul Pil 2019 inserita dal governo Conte nella Legge di Bilancio.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com