Riforma del "Code du travail": approvati gli emendamenti. A gennaio la ratifica del Senato

Riforma del "Code du travail": approvati gli emendamenti

La prima importante riforma del quinquennio di Emmanuel Macron prende forma. Gli emendamenti che cambiano il Codice del lavoro sono stati ratificati da un'ampia maggioranza dell'Assemblea nazionale: 463 voti favorevoli, 74 contrari e 20 astensioni.

Le novità mirano a "dare più libertà e più protezione" alle imprese e ai dipendenti, secondo il Governo. Il disegno di legge sarà preso in esame al Senato nel prossimo mese di gennaio.

Ma non mancano le critiche. Sindacati e sinistra parlamentare vedono nella riforma una "regressione sociale".

La voce di quoted

Per Adrien Quatennens, deputato francese di LFI, questo disegno di legge non soddisfa gli obiettivi che afferma di perseguire. "E’ un testo che non migliorerà nulla, gli emendamenti non semplificano nulla e non modernizzano la riforma". Ha, poi aggiunto: “L’obiettivo è sostituire la disoccupazione di massa con più occupazione precaria, mentre le urgenze sono altre”.
Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

La voce di quoted

Per Adrien Quatennens, deputato francese di LFI, questo disegno di legge non soddisfa gli obiettivi che afferma di perseguire. "E’ un testo che non migliorerà nulla, gli emendamenti non semplificano nulla e non modernizzano la riforma". Ha, poi aggiunto: “L’obiettivo è sostituire la disoccupazione di massa con più occupazione precaria, mentre le urgenze sono altre”.
www.quotedbusiness.com