La Germania accusa il colpo: il Pil dal 3,7 al 2,4%

Tagliata la stima sulla crescita economica nel 2021. E l’inflazione corre

Berlino accusa il colpo: il Pil dal 3,7 al 2,4%

Rallenta la ripresa prima economia europea. I principali istituti di ricerca economica del Paese hanno rivisto le loro stime e ora indicano una previsione di crescita economica del 2,4% nel 2021. Ben sotto quel +3,7% annunciato nei mesi scorsi. La Germania nel 2020 ha registrato una recessione del 4,9%. Per il 2022, invece, la stima è stata ritoccata al rialzo: dal 3,9 al 4,8%. L’inflazione è valutata in ulteriore accelerazione al 2,5% nel 2022.

La causa va ricercata nelle difficoltà di approvvigionamento, determinate dal fatto che le catene globali del valore si sono inceppate. I ‘colli di bottiglia’ si registrano non solo per i chip ma anche per legno, plastica e acciaio. L’impatto sull’export, punto di forza dell’economia tedesca, è inevitabilmente significativo.

Allo stesso tempo, l’accelerazione dei prezzi, in particolare quelli energetici, fanno ipotizzare ad alcuni analisti uno scenario di stagflazione.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com