La finanza inverte causa e effetto. E fa schiava la politica

Sulle scommesse dei fondi speculativi contro l’Italia qualcosa non torna. Più che il comportamento dei mercati finanziari, a preoccupare il nostro paese (e non solo) dovrebbe essere soprattutto la subalternità della politica

La finanza inverte causa e effetto. E fa schiava la politica

I fondi speculativi stanno in questa fase scommettendo contro l’Italia. Ce lo ha ricordato il Financial Times nei giorni scorsi.

Ma cosa significa “scommettere contro l’Italia”? In pratica, usando in particolare strumenti quali derivati e vendite allo scoperto, è possibile speculare sul fatto che un determinato titolo perderà valore nel prossimo futuro.

Si può fare con azioni di imprese, e anche con titoli del debito pubblico di un paese sovrano. Scommetto che i Btp oggi scambiati a 100, tra una settimana verranno venduti a 95, e cerco di guadagnare su questa differenza. 

Se è chiaro come guadagnare da un aumento dei prezzi – compro a 95, aspetto che il prezzo salga e rivendo a 100 – come si fa a guadagnare da una diminuzione dei prezzi?

Se ad esempio ho un agenzia immobiliare, e penso che il valore delle case crollerà nel prossimo futuro, potrei decidere di vendere a qualcuno una casa per 100mila euro. Ma in realtà quella casa non ce l’ho.

Tra il momento in cui stipulo il contratto e quello in cui devo consegnare la casa, cerco allora un immobile che abbia le stesse caratteristiche, ma che riesco a trovare a 80mila euro contando sul crollo del mercato.

Sfruttando la differenza di tempo tra acquisto e vendita di un bene, ho guadagnato 20mila euro. Si tratta di un esempio di vendita allo scoperto, ovvero vendere qualcosa che materialmente non si ha scommettendo su un crollo futuro.

Il problema è che in ambito finanziario tali operazioni possono influenzare l’andamento di un titolo. Se molti dicono che i titoli italiani crolleranno, tanti li venderanno, e il prezzo scenderà. Il problema è che non ho azzeccato una scommessa: è proprio la stessa scommessa ad avere determinato l’andamento dei prezzi, auto-avverandosi. In pratica abbiamo invertito causa ed effetto.

E, se a sostenere che in molti stanno scommettendo contro l’Italia è una delle fonti giornalistiche più autorevoli in ambito finanziario, il rischio di un meccanismo di inversione di causa ed effetto non è trascurabile.

Un circolo vizioso nel quale la politica ha lo scopo principale di appagare i mercati, i quali diventano giudici ultimi e imparziali, sebbene si muovano sulla base di sensazioni e meccanismi spesso incoerenti. La finanza è ancora uno strumento al servizio dell’economia e della società?

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Se la finanza corre più della politica
quoted business

Se la finanza corre più della politica

Economia
I nomi eccellenti coinvolti nel ‘mondo di mezzo’ della finanza globale

I nomi eccellenti coinvolti nel ‘mondo di mezzo’ della finanza internazionale

Finanza pubblica
La causa dell’attuale esplosione dell’inflazione non è economica

La causa dell’attuale esplosione dell’inflazione non è economica. Bensì politica

Moneta & Mercati

La finanza globale tra Dire Straits, Mickey Rourke e Michael Douglas

Il mondo galleggia sopra tanti soldi. Mai nella storia il livello di risorse finanziarie disponibili è stato così alto. Ma dove vanno tutti questi soldi? ‘Money for nothing’, come cantavano nel 1985 i Dire Straits, annunciando al mondo il fenomeno di tutti coloro che vogliono fare soldi col nulla e anticipando di un anno il Mickey Rourke agente di cambio in Nove settimane e mezzo (“faccio soldi coi soldi”) e di due l’avido Gordon Gekko impersonato da Michael Douglas in Wall Street. [continua ]

Moneta & Mercati

Geopolitica del petrolio. Biden sfida l’Opec. Ma il prezzo del greggio aumenta…

L’obiettivo degli Stati Uniti è contenere l’aumento dell’inflazione. Ma la mossa della prima economia al mondo potrebbe incrinare i rapporti tra Washington e Riad, che sono considerati una pietra angolare delle relazioni degli Stati Uniti in Medio Oriente. [continua ]

Energie & Risorse

Calcio e cripto-finanza

I fan token possono essere considerati una mossa geniale per raccogliere fondi senza dover dare in cambio né interessi, né dividendi e né tantomeno garantire il rimborso del capitale. Questo fenomeno legato al settore calcistico e sportivo potrebbe estendersi a dismisura. La prospettiva è tuttavia alquanto inquietante in quanto renderebbe lo sport, lo spettacolo, il cinema sempre più legati a logiche di profitto, sempre più dipendenti dalle scelte della massa e sempre meno legati al talento individuale o all’espressione artistica. [continua ]

Sport

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com