L’appello del Belgio per risollevare l’economia: “Mangiate patatine fritte due volte a settimana”

Nei magazzini del Paese, primo produttore al mondo, restano 750 mila tonnellate di patatine surgelate invendute. Da qui l’idea di rivolgersi ai cittadini

L’appello per risollevare l’economia: “Mangiate più patatine fritte”

“Belgi, siate patrioti, mangiate patatine fritte almeno due volte alla settimana”. E così la patria delle moules-frites, cozze e patatine fritte, lancia la campagna sperando di limitare i danni.

In mezzo mondo sono note come ‘french fries’ ma gli effettivi ‘inventori’ delle patatine sono proprio i belgi, che usano ancora oggi friggerle una seconda volta dopo averle fatte raffreddare.

Il Belgio è il primo produttore al mondo di patatine fritte surgelate e al momento, con il lockdown e il rallentamento dell’export, si ritrova con 750 mila tonnellate di patatine invendute.

Da qui l’idea di rivolgersi ai cittadini, invitandoli ad aumentare il consumo interno. Ma i belgi sono ‘appena’ 11 milioni. E non riusciranno a svuotare i magazzini del Paese. 

E per salvare il salvabile, l’industria sta cercando di trasformare le patatine in nutrimento per gli animali. 

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com